menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100713161524_rau_gagl

20100713161524_rau_gagl

2 arresti per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale

Maddaloni - I Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno tratto in arresto Antonio Raucci, cl. 1976, pregiudicato, e Michele Gagliardi, cl. 1991, con precedenti di polizia, entrambi di Maddaloni, abitanti in via Feudo.Verso le 3.30 di stanotte i...

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno tratto in arresto Antonio Raucci, cl. 1976, pregiudicato, e Michele Gagliardi, cl. 1991, con precedenti di polizia, entrambi di Maddaloni, abitanti in via Feudo.
Verso le 3.30 di stanotte i Carabinieri di Maddaloni avevano ricevuto la denuncia del furto di una Renault Clio, avvenuto in via Matilde Serao ai danni di F. A., 30enne di Maddaloni. Le ricerche dell'auto sono state immediatamente diramate a tutti i servizi esterni e, verso le 5.00 del mattino, una pattuglia del Nucleo Radiomobile, transitando in piazza della Pace, ha notato il veicolo oggetto di furto con a bordo due persone. Gli operanti hanno immediatamente attivato sirene e lampeggianti e intimato l'alt al veicolo, guidato dal Raucci che, anziché fermarsi, ha accelerato per tentare la fuga. Vistosi quasi raggiunto dopo poche centinaia di metri, il Raucci ha frenato improvvisamente e ha innestato la retromarcia, speronando con l'auto rubata l'Alfa 156 dei Carabinieri, forse sperando di danneggiarla e renderla non marciante per poi proseguire la fuga, ma non è riuscito nell'intento; cosicché i due fuggiaschi sono stati raggiunti e bloccati poco dopo in via Caudina.
Il Raucci, ormai bloccato nonostante avesse opposto resistenza ai militari, si è accasciato al suolo lamentando un forte malore; cosicché i Carabinieri, non potendo essere certi che si trattasse di una simulazione, hanno fatto intervenire il 118. Successivamente il Raucci, mentre veniva caricato a bordo dell'autoambulanza, in evidente stato di escandescenza ha tentato la fuga aggredendo i militari ed il medico del 118 con spintoni, calci e pugni, venendo però tempestivamente bloccato e, poco dopo, trattato farmacologicamente con un sedativo per evitare altri atti di aggressione.

Alla luce dell'accaduto i due giovani sono stati tratti in arresto con le accuse di: furto d'auto aggravato in concorso; resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, per le contusioni procurate ai due militari e alla dottoressa del 118 nel tentativo di fuggire; danneggiamento dell'autovettura di servizio Alfa 156, che a seguito dello speronamento ha riportato danni al gruppo ottico anteriore e al paraurti. Inoltre, il Raucci è stato denunciato anche per guida senza patente, poiché non risulta averla mai conseguita, e per guida in stato di ebbrezza, poiché a seguito delle analisi del sangue compiute in ospedale è risultato in stato di ebbrezza alcoolica, peraltro con un valore molto elevato.
All'esito delle formalità di rito gli arrestati sono stati tradotti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere, mentre l'autovettura oggetto di furto è stata restituita alla proprietaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento