menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100315064035_polizia_113

20100315064035_polizia_113

Polizia sequestra falegnameria costruita abusivamente

Casal di Principe - Nell'ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati in generale, il personale della polizia di stato del citato posto fisso operativo di Casapesenna, sempre nell'ambito delle direttive del citato dirigente, in Casal...

Nell'ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati in generale, il personale della polizia di stato del citato posto fisso operativo di Casapesenna, sempre nell'ambito delle direttive del citato dirigente, in Casal di Principe, alla via Ischia, procedeva al sequestro di un fabbricato risultato costruito in assenza di permesso di costruire, sotto al quale era stata realizzata, sempre abusivamente, una impresa di falegnameria con annessa cabina di verniciazione, nella quale risultava installato anche un impianto di aspirazione delle polveri di lavorazioni.
Per la costruzione abusiva del predetto fabbricato, venivano denunciati all'autorità giudiziaria 3 persone, per la violazione dell'art. 31 e 44 lettera b del d.p.r. 380/2001, a nome C.C. di anni 40, la moglie F.I di anni 34, e la suocera A.V. di anni 58, quest'ultima proprietaria del terreno sul quale era stato costruito abusivamente il fabbricato. Nella stessa circostanza, il C.C. di anni 40, veniva denunciato all'a.g. anche per la violazione dell'art. 279 del d.lgs 152/2006, in quanto aveva avviato la citata impresa di falegnameria con annessa cabina di verniciazione ed impianto di aspirazione delle polveri di lavorazioni verso l'esterno, senza aver richiesto l'autorizzazione alla regione per l'immissione in atmosfera.
Contestualmente veniva notificato al C.C. di anni 40 le violazioni amministrative previste e sanzionate dall'art. 190 1° comma e 258 comma 2° del d.lgs 152/2006, per l'omessa tenuta dei registri di carico e scarico dei rifiuti pericolosi e non pericolosi (prevista oblazione di euro 40.000,00 circa).

Nell'ambito delle predette indagini, venivano sequestrate all'ex socio della citata falegnameria, a nome c.g. di anni 40 circa, che aveva concesso il suo locale per la gestione della predetta falegnaeria, nr. 2 concessioni edilizie in sanatoria, risultate rilasciate illegittimamente, e annullate dall'ufficio tecnico del comune di casal di principe, su segnalazione del predetto personale.
A seguito del sequestro delle predette concessioni, venivano denuciate all'a.g., in concorso tra loro, per il reato di abuso d'ufficio e falso, nr. 4 persone a nome C.G. di anni 40 - S.V. di anni 56 - S.R. di anni 62 e B.M. di anni 37. Allo stato vi sono in corso verifiche con l'ausilio di personale dell'ufficio tecnico in ordine all'istruttoria delle pratiche di condono.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il blocco autostradale lascia i bambini senza pranzo

  • Cronaca

    Boom di guariti nel casertano, contagi in calo

  • Cronaca

    La Procura sequestra il varco d'ingresso al Lidl

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento