menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100701065427_barra

20100701065427_barra

Arrestato pregiudicato di 23 anni trovato con 300 grammi di hashish

Recale - Nella tarda serata di ieri gli agenti della squadra mobile di Caserta diretta dal vice questore Angelo Morabito hanno tratto in arresto, in flagranza di detenzione illegale di sostanza stupefacente, il pregiudicato Antonio Barra di 23...

Nella tarda serata di ieri gli agenti della squadra mobile di Caserta diretta dal vice questore Angelo Morabito hanno tratto in arresto, in flagranza di detenzione illegale di sostanza stupefacente, il pregiudicato Antonio Barra di 23 anni abitante a Recale.
Gli agenti, che da tempo seguivano le attivita' del giovane sospettato di essere un attivissimo spacciatore, sono intervenuti allorquando lo hanno intercettato alla periferia di Caserta a bordo della sua autovettura Opel Astra di colore grigio.
Al momento del controllo, il Barra appariva in evidente stato d'ansia e di agitazione per cui gli agenti decidevano di sottoporlo ad un' accurata perquisizione, al termine della quale venivano rinvenuti tre panetti di sostanza di colore marrone con impressa la sigla RR, occultati all'interno degli slip che il giovane indossava. Altre due stecchette di hashish venivano rinvenute in un pacchetto di sigarette riposta nel vano portaoggetti dell'autovettura ed nell'armadio della camera da letto dell'abitazione del barra, ove gli agenti effettuavano subito dopo un'altra perquisizione. La sostanza, sottoposta ad esami di laboratorio dalla polizia scientifica di caserta, risultava essere hashish ed avere un un peso complessivo di grammi 298,9.

Il giovane veniva pertanto dichiarato in stato di arresto in quanto colto nella flagranza del reato di detenzione illegale di sostanza stupefacente per fini di spaccio, tenuto conto, altresì che nel corso della perquisizione locale estesa nel contesto presso la sua abitazione di recale, veniva rinvenuta e sottoposta a sequestro altra stecchetta di hashish di colore marrone, avvolta in carta stagnola dalle dimensioni di cm. 2,8x0,5, rintracciata all'interno dell'armadio della camera da letto del barra stesso.
Barra antonio, che e' difeso dall'avvocato Massimo Antonio Grillo del foro di S. Maria Capua Vetere, è stato associato alla casa circondariale di S. Maria Capua Vetere, a disposizione del procuratore della repubblica .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento