menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100622064916_gioielleria

20100622064916_gioielleria

Caccia a terzo complice dopo colpo alla gioielleria sventato dai Carabinieri con due arresti

San Potito Sannitico - Insieme ai due pregiudicati Pasquale Palumbo, 49enne e Pasquale Cuciniello, 48enne, entrambi di Giugliano in Campania, nel napoletano, arrestati dai Carabinieri la notte di domenica a Piedimonte Matese, mentre scappavano...

Insieme ai due pregiudicati Pasquale Palumbo, 49enne e Pasquale Cuciniello, 48enne, entrambi di Giugliano in Campania, nel napoletano, arrestati dai Carabinieri la notte di domenica a Piedimonte Matese, mentre scappavano dopo un colpo alla gioielleria di piazza delle Vittorie in San Potito Sannitico, ci sarebbe stato un terzo complice. Infatti dopo aver sentito alcuni testimoni, i militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Piedimonte Matese, sono giunti alla conclusione che gli autori del raid notturno alla gioielleria sarebbero stati in tre. Sulla sua identità ovviamente, i Carabinieri per il momento mantengono il massimo riserbo, ma per lui le ore sarebbero contate. Nel blitz di domenica notte è finito sotto sequestro l'intero armamentario utilizzato dalla banda per commettere i furti. Lancia termica munita di relative bombole di gas per fondere saracinesche e vari arnesi atti allo scasso, in questo caso per sfondare le vetrine blindate dove erano contenuti i gioielli. Tutti i monili in oro e altri oggetti preziosi erano stati prelevati dai malviventi che li avevano già raccolti in alcuni sacchetti di cellophane. Ma grazie al tempestivo intervento dei Carabinieri la refurtiva, per un valore di oltre ventimila euro, è stata interamente recuperata e restituita alla proprietaria. I due pregiudicati si trovano tuttora in carcere dopo la convalida dell'arresto da parte della competente Autorità Giudiziaria. Le indagini dei militari proseguono anche per accertare il coinvolgimento della banda in altri colpi dello stesso genere messi a segno nella provincia di Caserta e in altre province confinanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento