menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100620201408_sepe

20100620201408_sepe

La comunit di Carinaro si stringe attorno al concittadino Cardinale Crescenzio Sepe e accusa i media

Carinaro - La comunità di Carinaro, città natale del cardinale Crescenzio Sepe, si stringe attorno al presule indagato per il coinvolgimento nell'inchiesta sui grandi appalti. L'arcivescovo di Napoli, che ha sempre mantenuto intensi e continui...

La comunità di Carinaro, città natale del cardinale Crescenzio Sepe, si stringe attorno al presule indagato per il coinvolgimento nell'inchiesta sui grandi appalti. L'arcivescovo di Napoli, che ha sempre mantenuto intensi e continui rapporti con i suoi ex concittadini, viene difeso dal sindaco e dalla popolazione. Lì, dove spesso torna nella sua abitazione di via Zampella, un palazzo del centro storico, abitano i suoi fratelli. Tutti sono pronti a giurare sulla correttezza del prelato: "Siamo sicuri che tutto si chiarirà. Lui è sempre stato a disposizione della gente". Sotto accusa finiscono i media che avrebbero dato troppa enfasi alla notizia. "Oggi è in prima pagina - spiegano alcuni anziani del paese - quando tutto sarà chiarito ci sarà la stessa attenzione?".
"Non abbiate paura, siate fieri e coerenti anche nel momento della sofferenza, perchè dopo quel calvario ci sara' la luce della resurrezione". E' questo il messaggio affidato all'omelia domenicale del cardinale Crescenzio Sepe, il quale aveva stamane celebrato la messa nella chiesa di Sant'Onofrio dei Vecchi in corso Umberto a Napoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento