menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100620133106_sepe

20100620133106_sepe

Avviso di garanzia per il cardinale Crescenzio Sepe

Napoli - Il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, e l'ex ministro Pietro Lunardi sono indagati dalla Procura di Perugia. Il provvedimento è stato preso nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta cricca per i Grandi eventi. Corruzione è...

Il cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, e l'ex ministro Pietro Lunardi sono indagati dalla Procura di Perugia. Il provvedimento è stato preso nell'ambito dell'inchiesta sulla presunta cricca per i Grandi eventi. Corruzione è il reato contestato a entrambi. L'arcivescovo di Napoli e l'ex ministro sono stati comunque indagati in due diversi tronconi dell'inchiesta. A entrambi sono stati notificati oggi avvisi di garanzia.

"Non abbiate paura, siate fieri e coerenti anche nel momento della sofferenza, perchè dopo quel calvario ci sara' la luce della resurrezione". E' questo il messaggio affidato all'omelia domenicale del cardinale Crescenzio Sepe, ha celebrato la messa nella chiesa di Sant'Onofrio dei Vecchi in corso Umberto a Napoli.
Il cardinale Crescenzio Sepe conferma di essere disponibile ad essere ascoltato dai magistrati di Perugia.E' l'indicazione che trapela dal suo staff. Nessun ricorso, dunque, a questioni procedurali legate al possesso da parte dell'arcivescovo di un passaporto diplomatico. Secondo lo staff non c'è ancora una data fissata per l'interrogatorio, in ogni caso il mutato status giuridico di Sepe - passato nelle ultime ore da persona informata dei fatti a indagato - non ha inciso sulla volontà del cardinale di "chiarire tutto" ai pm.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento