menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100612070345_multe

20100612070345_multe

Indagine giudiziaria azzera comando polizia municipale di Piedimonte Matese: 2 arresti e 8 denunce

Piedimonte Matese - Inchiesta giudiziaria azzera il comando di polizia municipale di Piedimonte Matese. Due vigili sono stati arrestati (di cui uno ai domiciliari e l'altro in carcere), otto sono stati denunciati ed altri 6 sono stati sospesi per...

Inchiesta giudiziaria azzera il comando di polizia municipale di Piedimonte Matese. Due vigili sono stati arrestati (di cui uno ai domiciliari e l'altro in carcere), otto sono stati denunciati ed altri 6 sono stati sospesi per due mesi dal servizio. Il provvedimento è stato disposto dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ed eseguito dalla Guardia di Finanza. Dalle indagini è emerso un sodalizio criminoso tra appartenenti alla Sezione della Polizia Municipale di Piedimonte Matese, titolare e dipendenti di una società, convenzionata con il Comune, per la gestione, in appalto, degli apparecchi per la rilevazione automatica della velocità. Associazione per delinquere, truffa ai danni dello Stato, abuso dl ufficio, peculato, falso ideologico e materiale in atti pubblici commessi da pubblici ufficiali e/o incaricati di pubblico servizio: sono le fattispecie di reato contestate ai vigili indaga e all'amministratore della società in quanto ritenuti responsabili di aver manipolato, occultato, oppure distrutto verbali elevati per violazione dei limiti di velocità procurando, nel contempo, un danno per le casse dell'Ente locale pari ad oltre 20.000 euro. Oltre 5.000 i verbali di contravveenzioni per violazioni al codice della strada, relativi al periodo 2005- 2007, sono finiti sotto la lente degli inquirenti. Oltre 300 i privati cittadini coinvolti nella vicenda e ascoltati dagli investigatori.
Una mole di dati che ha consentito di evidenziare un complesso ed esteso fenomeno criminale, che da anni veniva gestito da appartenenti alla Polizia Municipale di Piedimonte Matese. I pubblici ufficiali coinvolti secondo l'accusa avrebbero costituito una vera e propria associazione per delinquere finalizzata alla commissione di un numero elevatissimo di reati contro la fede pubblica, la pubblica amministrazione ed il patrimonio. Per anni, hanno strumentalizzato per interessi privati il servizio pubblico concernente la rilevazione delle violazioni del codice della strada per superamento dei limiti di velocità, attraverso la soppressione o la falsificazione degli originari verbali di contravvenzione con I'ausilio tecnico della ditta preposta alla gestione dogli autovelox . E' stato accertato inoltre che oltre 600 verbali di contravvenzione elevati per eccesso di velocità, sono stati arbitrariamente alterati o soppressi. Un malaffare ed un abuso della funzione pubblica - si legge in un comunicato della Procura - recepito dalla comunità di Piedimonte Matese come prassi ordinaria e consolidata negli anni, con il coinvolgimento di 215 indagati e l'accertamento di un danno alle casse comunali quantificato, allo stato, in oltre 20mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento