menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100605070506_nomadi

20100605070506_nomadi

Furti nelle abitazioni: arrestati banda di tre nomadi

Santa Maria Capua Vetere - Nella mattinata di ieri, a Santa Maria Capua Vetere e Castelvolturno, nel prosieguo di un'articolata attivita' investigativa finalizzata a reprimere il fenomeno dei furti in abitazione, i carabinieri della stazione di...

Nella mattinata di ieri, a Santa Maria Capua Vetere e Castelvolturno, nel prosieguo di un'articolata attivita' investigativa finalizzata a reprimere il fenomeno dei furti in abitazione, i carabinieri della stazione di San Prisco hanno arrestato tre nomadi slavi ritenuti responsabili di diversi furti in abitazione, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dall'ufficio G.i.p. presso il tribunale di Santa Maria Capua Vetere su richiesta della locale procura della repubblica.Si tratta dei pregiudicati: Djordjevic Predag cl. 1977, domiciliato in Portico di Caserta; Djordjevic Nenad cl. 1974, fratello del citato Predag, domiciliato anch'egli a Portico di Caserta; Jovanovic Petko cl. 1978, domiciliato in Castelvolturno.L'attivita' d'indagine, espletata mediante supporto tecnico e riscontri di P.g., ha consentito di accertare che i predetti hanno perpetrato, oltre ad alcuni furti per i quali erano gia' sottoposti a fermo un mese fa, ulteriori razzie all'interno di abitazioni ubicate nelle province di Caserta (San Tammaro), Salerno (San Marzano sul Sarno) e Frosinone (Ceprano e Roccasecca), nel corso delle quali hanno asportato oggetti preziosi, elettrodomestici di varia natura, personal computer, telefoni cellulari, caschi e giubbotti da motociclista ed anche un cagnolino di piccola taglia.Tutti e tre gli arrestati si trovano ora ristretti presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento