menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100516074242_ceau_dragu

20100516074242_ceau_dragu

Tentano di impiantare aggeggo su bancomat per clonare carte: in arresto 2 rumeni

Grazzanise - Ieri, 15 maggio 2010, ore 12.00 circa, a Grazzanise in via Cesare Battisti, nel corso di un servizio preventivo di controllo del territorio, i carabinieri della locale stazione hanno arrestato in flagranza per "installazione di...

Ieri, 15 maggio 2010, ore 12.00 circa, a Grazzanise in via Cesare Battisti, nel corso di un servizio preventivo di controllo del territorio, i carabinieri della locale stazione hanno arrestato in flagranza per "installazione di apparecchiature atte ad intercettare comunicazioni informatiche o telematiche in concorso" due cittadini di nazionalita' rumena, in italia senza fissa dimora: Dragut Petrisor cl. 1978 e Ceausescu Nicolae Liviu cl. 1975, pluripregiudicato. I predetti sono stati sorpresi proprio mentre stavano installando sul distributore bancomat della filiale "Monte dei Paschi di Siena" un dispositivo elettronico per la clonazione delle tessere per il ritiro del contante, costituito da: una banda magnetica che, collocata nella fessura utilizzata per l'inserimento della carta bancomat, permetteva ai malfattori di duplicarne le credenziali; una microtelecamera in grado di filmare e registrare i codici segreti di accesso ai conti corrente degli ignari clienti, in maniera da consentire ai malviventi di effettuare indebiti prelievi ed operazioni bancarie.
Dopo le formalita' di rito, gli arrestati sono stati associati alla casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.
Questa tipologia di reato e' stata spesso messa in evidenza da programmi televisivi quali "striscia la notizia", al fine di mettere in guardia gli abituali utilizzatori di carte bancomat.
Si ritiene pertanto utile ribadire ai clienti delle banche l'importanza di adottare piccole ma efficaci cautele quando si effettuano operazioni agli sportelli automatici:
Innanzitutto controllare che non ci siano oggetti che non fanno parte dell'apparecchiatura bancomat ed assicurarsi che altre persone non possano vedere, anche casualmente, i propri dati;


Oltre a questi accorgimenti e' altrettanto opportuno proteggere la tastiera con una mano o un oggetto mentre si digita il codice pin in modo da neutralizzare eventuali telecamere nascoste e comunicare tempestivamente alle forze dell'ordine qualsiasi anomalia notata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento