menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100514074058_gdf_camorra_ftv

20100514074058_gdf_camorra_ftv

Arrestato imprenditore 67enne finacheggiatore dei casalesi. Sequestrati beni per 20 milioni di euro

Caserta - I militari della Guardia di Finanza hanno arrestato Paolo Diana, un imprenditore che forniva autovetture e denaro agli affiliati del clan dei Casalesi. L'uomo, 67 anni, imprenditore nel settore del commercio di veicoli e del trasporto...

I militari della Guardia di Finanza hanno arrestato Paolo Diana, un imprenditore che forniva autovetture e denaro agli affiliati del clan dei Casalesi. L'uomo, 67 anni, imprenditore nel settore del commercio di veicoli e del trasporto merci assicurava appoggi logistici per agguati mortali, metteva a disposizione le proprie abitazioni come base durante la 'guerra'tra le diverse fazioni del clan.
Il 13 maggio è stato arrestato e a lui che non aveva mai dichiarato redditi in venti anni sono stati sequestrati beni per 20 milioni di euro. Le indagini ma anche i pentiti, ben 11 tutti concordi, hanno ricostruito i ruoli, innumerevoli, che Diana aveva. Sessantasette anni, quando si è reso conto che stava per essere arrestato ha tentato di nascondersi dietro la siepe del giardino della sua villa. Le sue attività ufficiali erano legate ad un'impresa nel settore del commercio dei veicoli, anche di lusso, e del trasporto merci. Risultava, infatti, titolare unicamente di una ditta individuale che, peraltro, non ha mai presentato alcuna dichiarazione ai fini dell'Iva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento