menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100305073700_dia

20100305073700_dia

Appalti e camorra, posta sotto sequestro azienda di bitume dei casalesi

Santa Maria La Fossa - La Direzione Investigativa Antimafia di Napoli ha nuovamente posto sotto sequestro preventivo la Co.Bit, l'azienda che produce e commercializza bitume per la costruzione di strade.Secondo gli investigatori della Dia, la Co...

La Direzione Investigativa Antimafia di Napoli ha nuovamente posto sotto sequestro preventivo la Co.Bit, l'azienda che produce e commercializza bitume per la costruzione di strade.
Secondo gli investigatori della Dia, la Co.Bit veniva gestita tramite tre prestanome dal clan dei Casalesi facenti parte del gruppo Schiavone.

La società era già stata sequestrata nel 2008 ma il tribunale di Napoli l'aveva poco dopo dissequestrata. Il successivo ricorso in Cassazione ha portato a una sentenza il 15 aprile scorso che ha annullato l'ordinanza del tribunale senza rinvio e disposto il decreto di sequestro preventivo.
Secondo gli inquirenti l'attività della Co.Bit., il cui valore stimato nel 2008 è di 4 milioni di euro, è importante non solo per il reddito prodotto ma anche perché consente al clan il controllo di appalti per la manutenzione e realizzazione di strade, l'imposizione di forniture e la segnalazione di attività su cui imporre estorsioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Nel casertano nuova impennata delle vittime del Covid: 15 in 24 ore

  • Cronaca

    Caserta ancora 'leader' per i vaccini: somministrate 194mila dosi

  • Attualità

    Macrico, 3 parlamentari M5s: "Ci batteremo per l'inedificabilità"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento