menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viola i sigilli, arrestato titolare ingrosso e dettaglio elettronica

Santa Maria a Vico - I Carabinieri della Stazione di Santa Maria a Vico hanno tratto in arresto Ferdinando Aruta, cl. 1981, domiciliato a Casoria, per violazione dei sigilli. Il giovane, gravato da vari precedenti di polizia, era già stato...

I Carabinieri della Stazione di Santa Maria a Vico hanno tratto in arresto Ferdinando Aruta, cl. 1981, domiciliato a Casoria, per violazione dei sigilli. Il giovane, gravato da vari precedenti di polizia, era già stato arrestato dai Carabinieri di Santa Maria a Vico il 15 febbraio scorso, a seguito di un controllo presso l'esercizio commerciale denominato "Pikappa s.a.s. Ingrosso e dettaglio elettronica", ubicato a Cervino nella frazione Messercola. All'interno del negozio, infatti, esposti sul bancone per la vendita, i Carabinieri avevano notato oltre un centinaio di CD e DVD contraffatti e privi del marchio SIAE, con tanto di copertina e confezione artigianale in cellophane. Il negozio, ad un controllo più approfondito, era inoltre risultato essere completamente abusivo e gestito senza licenza, pertanto tutto il locale era stato sequestrato e vi erano stati apposti i sigilli. Il giovane era stato trattenuto nella caserma dei Carabinieri in stato d'arresto e, nella mattinata di martedì 16 febbraio, si era svolta l'udienza di convalida dell'arresto ed il rito direttissimo, all'esito dei quali l'arresto era stato convalidato e l'Aruta era stato sottoposto alla misura cautelare dell'obbligo di firma presso i Carabinieri competenti sul luogo di residenza.I Carabinieri, successivamente, durante un controllo presso lo stesso negozio hanno verificato che all'interno si trovava l'Aruta che, come se niente fosse, continuava a gestire l'esercizio benché fosse ancora sottoposto a sequestro; così il giovane era stato denunciato in stato di libertà per violazione dei sigilli. Nel pomeriggio di giovedì, a seguito di ulteriore controllo, l'Aruta è stato sorpreso di nuovo all'interno del negozio, pertanto questa volta è stato denunciato in stato d'arresto, mentre al locale sono stati riapposti i sigilli. Nella mattinata di venerdì si svolgerà l'udienza di convalida ed il rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Attualità

La Dea bendata bacia il casertano: vinti oltre 33mila euro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento