menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carabinieri in azione per la tutela dellambiente

Piedimonte Matese - Una vasta operazione predisposta dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese, è stata portata a termine, con l'obiettivo di contrastate fenomeni di inquinamento ambientale e di garantire la salute pubblica. A Castello del...

Una vasta operazione predisposta dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese, è stata portata a termine, con l'obiettivo di contrastate fenomeni di inquinamento ambientale e di garantire la salute pubblica. A Castello del Matese, i militari della Stazione di San Gregorio, con la collaborazione di personale dell'A.S.L., hanno proceduto al sequestro di un'area di circa cinquemila metri quadri, ubicata in pieno Parco Regionale del Matese, in località Cava della Rena. In quell'area i Carabinieri hanno scoperto una vera e propria maxi discarica abusiva dove venivano depositati rifiuti speciali anche di tipo pericoloso, per oltre cinquanta tonnellate di materiale inquinante. Tra i rifiuti rinvenuti, carcasse e parti di veicoli, pneumatici fuori uso, batterie esauste, fusti abbandonati e elettrodomestici in disuso, nonché altri rottami ferrosi, depositati e smaltiti senza alcun tipo di autorizzazione. Gli uomini della benemerita, dopo aver sottoposto a sequestro l'intera area, hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere il proprietario responsabile della discarica, L.F., 46enne, del luogo e per le ulteriori incombenze hanno richiesto l'intervento dell'A.R.P.A.C. di Caserta. I militari della Stazione di Prata Sannita, hanno invece dato esecuzione ad un decreto di sequestro emesso dall'Autorità Giudiziaria, relativo ad un'area di circa cinquemila metri quadri ubicata nel comune di Pratella, dove gli stessi Carabinieri nello scorso mese di gennaio, scoprirono che una azienda zootecnica scaricava le acque reflue industriali e i liquami, direttamente sul suolo circostante e finendo per inquinare il fiume Volturno. Il provvedimento è stato notificato ai titolari dell'Azienda M.R., 40enne, e A.D., 38enne, che sono tuttora indagati per inquinamento ambientale. Altri controlli hanno invece interessato il settore della salute, con particolare riferimento a quello della sicurezza alimentare. I militari della Stazione di Piedimonte, in collaborazione con il N.A.S. dell'Arma di Caserta, hanno passato al setaccio numerosi locali pubblici e attività commerciali, riscontrando all'interno dei locali di una macelleria ubicata in via Sannitica di Piedimonte, carenze igienico sanitarie, per le quali è stata inoltrata una informativa alla competente Autorità Sanitaria e contestate sanzioni amministrative nei confronti del titolare. Negli ultimi tempi sono numerosi i controlli dell'Arma nel settore alimentare, dove sono stati eseguiti vari sequestri e denunce in particolare tra le zone di Piedimonte, Alife e Alvignano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento