menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20090825084956_carabinieri_112

20090825084956_carabinieri_112

Casalinga 33enne in arresto per spaccio di stupefacenti

Maddaloni - Nella mattinata di martedì i Carabinieri del Nucleo Operativo di Maddaloni hanno tratto in arresto Patrizia Di Palma, cl. 1976, casalinga con precedenti di polizia, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa...

Nella mattinata di martedì i Carabinieri del Nucleo Operativo di Maddaloni hanno tratto in arresto Patrizia Di Palma, cl. 1976, casalinga con precedenti di polizia, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere con l'accusa di spaccio di stupefacenti.Il 18 gennaio la donna era stata sottoposta a fermo d'indiziato di delitto per tentato omicidio ad opera del Nucleo Operativo Carabinieri di Maddaloni, a seguito del ferimento mediante colpi d'arma da fuoco di A.F., avvenuto a Santa Maria a Vico in Vico Pisello. Pochi giorni dopo i magistrati competenti l'avevano sottoposta alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Successivamente i Carabinieri di Santa Maria a Vico, nel corso dei controlli ai quali frequentemente sottoponevano la donna, hanno innanzitutto verificato che la stessa non si atteneva alle prescrizioni accessorie impostele con la misura cautelare, come il divieto di frequentare persone pregiudicate; ma soprattutto, a seguito di attività d'indagine condotta sempre dal medesimo Reparto, avevano denunciato la Di Palma in stato di libertà per spaccio di stupefacenti. I militari avevano infatti accertato l'esistenza di una fiorente attività di spaccio di cocaina facente capo proprio alla Di Palma, attività che veniva portata avanti proprio nelle pertinenze dell'abitazione della donna nonostante il regime degli arresti domiciliari. Pertanto l'Autorità Giudiziaria, concordando con le risultanze investigative dei Carabinieri, aveva disposto la sostituzione della misura degli arresti domiciliari con la custodia cautelare in carcere, sempre con riferimento al procedimento per il reato di tentato omicidio. La Di Palma, espletate le formalità di rito, era stata tradotta presso la Casa Circondariale di Pozzuoli.
Nel frattempo le attività d'indagine sullo spaccio di stupefacenti condotte dal Nucleo Operativo di Maddaloni hanno consentito di accertare una serie di episodi di spaccio di stupefacenti riconducibili anch'essi alla Di Palma, sia risalenti al periodo dei suoi arresti domiciliari che a periodi precedenti, pertanto hanno richiesto e ottenuto dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere l'emissione di un provvedimento cautelare a carico della donna, provvedimento al quale è stata data esecuzione nella mattinata di martedì. Le indagini sono tuttora in corso per individuare ed assicurare alla giustizia altri complici della donna nell'attività di spaccio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento