menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

E morto Don Ciccillo, lo storico locale aveva 95 anni

Sturno - E' morto il Prof. Francesco Saverio Grella, illustre personaggio sturnese. Si è spento ieri presso l'ospedale San Giovanni di Dio in Salerno, dove era ricoverato da circa 4 giorni, in seguito ad un malore. Aveva 95 anni e godeva di buona...

E' morto il Prof. Francesco Saverio Grella, illustre personaggio sturnese. Si è spento ieri presso l'ospedale San Giovanni di Dio in Salerno, dove era ricoverato da circa 4 giorni, in seguito ad un malore. Aveva 95 anni e godeva di buona salute nonostante gli acciacchi dell'età e qualche problema di deambulazione sopraggiunto negli ultimi periodi. Se ne và uno dei veri signorotti di Sturno. Una persona di grande cultura che ha insegnato ad intere generazione per quasi cinquant'anni trasmettendo usi, costumi e soprattutto le tradizioni del suo paese natio. Un intellettuale che amava la ricerca e la storia soprattutto quella del suo paese, al quale ha lasciato un vero e proprio patrimonio storico letterario. Da sempre, infatti, è stato considerato, lo "storico di Sturno per antonomasia". Grazie a questa sua passione ed al legame forte per il suo paese, dove ha sempre vissuto con sua moglie Clara Finamore recentemente scomparsa, con il figlio Michele, e la figlia Filomena, Don Ciccillo, così come amavano chiamarlo in paese, ha scritto diversi libri quasi tutti improntati alla ricerca delle tradizioni locali. "Monografia su Sturno 1" è stato il primo testo con il quale il prof. Francesco Saverio Grella si è fatto conoscere un po' in tutto il mondo, soprattutto tra le comunità sturnesi emigrate in Germania, America, Belgio, Francia ed in altre nazioni. Un libro che racconta, attraverso una minuziosa ed attenta ricerca corredata da foto inedite, su Sturno ed i suoi personaggi, la storia di Sturno e dei suoi personaggi, l'evoluzione urbanistica del paese, i cambiamenti della lingua e tante curiosità sul suo paesello. Al primo volume, ha fatto seguito il secondo ed altri libri che hanno ottenuto un notevole successo. L'ultimo libro, in ordine cronologico è l"Occabbolario re la vrenna", un libro di 500 pagine una sorta di vocabolario dialettale che contiene in 500 pagine, parole e frasi dal dialetto sturnese. Una serie di pubblicazioni, articoli, opuscoli si aggiungono ai tanti testi scritti e vanno a corredare una biblioteca tra le più fornite del paese, dove lo storico di Sturno, era solito recarsi per trovare la giusta ispirazione. Don Ciccillo grazie alle sue opere ed alla sua lunga e onorata carriera di insegnante ha ricevuto il premio Michele Aufiero, prestigioso riconoscimento assegnato dall'amministrazione comunale ai personaggi illustri di Sturno. Il maestro Grella, era una persona che ha dedicato la sua vita alla famiglia ed alla scuola con impegno e sacrificio, senza tralasciare altre due sue grandi passioni: la scrittura e le lunghe passeggiate verso la Cappella . Un luogo di culto immerso nel verde dove era solito recarsi per incontrare tanti amici e soprattutto per salutare quella Madonna della Neve custodita in questa piccola Cappella che Don Cicicllo insieme alla sua famiglia ha sempre curato e protetto. I funerali si svolgeranno oggi ( giovedì 11 marzo 2010) alle 14,30 nella chiesa di San Michele Arcangelo. Un cordoglio che ha colpito tutta la comunità sturnese , che si stringe con affetto intorno al Carissimo Don Ciccillo e al quale oggi darà, l'ultimo saluto. Tantissime le testimonianze d'affetto che sono giunte alla famiglia Grella da parte di parenti, amici da parte dell'Istituto Comprensivo "G. Marconi", da parte di tutta la redazione del giornale locale Il Ministrante. Le più sentite condoglianze giungono dalla nostra redazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento