menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fu ucciso per aver rifiutato di entrare in un clan: in manette tre persone

Napoli - Fu ucciso come un boss, a soli 17 anni, per il rifiuto di affiliarsi a un clan della camorra. Arrestate tre persone.In manette sono finiti Ettore Bosti, figlio del capo dell'omonimo clan attivo nel centro storico di Napoli, e Vincenzo...

Fu ucciso come un boss, a soli 17 anni, per il rifiuto di affiliarsi a un clan della camorra. Arrestate tre persone.In manette sono finiti Ettore Bosti, figlio del capo dell'omonimo clan attivo nel centro storico di Napoli, e Vincenzo Capozzoli: il primo avrebbe ordinato l'omicidio, il 25 aprile 2009, per punire il giovane Ciro Fontanarosa dopo il suo no, il secondo avrebbe eseguito il delitto. Arrestato per favoreggiamento aggravato invece il cugino della vittima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento