menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100226101708_Bianco_Francesco

20100226101708_Bianco_Francesco

Travestiti da muratori per smantellare market eroina: in cella pregiudicato

Alife - Aveva allestito nei pressi della propria abitazione un vero e proprio market della droga, in particolare eroina, Francesco Bianco, 32enne di Alife, ma da qualche tempo i Carabinieri tenevano d'occhio la sua abitazione, dove nelle ore...

Aveva allestito nei pressi della propria abitazione un vero e proprio market della droga, in particolare eroina, Francesco Bianco, 32enne di Alife, ma da qualche tempo i Carabinieri tenevano d'occhio la sua abitazione, dove nelle ore pomeridiane iniziava un via vai di acquirenti tutti provenienti dai comuni dell'area matesina, almeno una ventina quelli identificati. I militari del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese per monitorare le varie fasi dello spaccio si sono anche dovuti travestire da muratori, appostandosi in una palazzina in fase di costruzione proprio nelle vicinanze della casa dello spacciatore. Ieri, in tarda serata, si è deciso di effettuare il blitz, proprio mentre Francesco Bianco cedeva un involucro contenente dosi di eroina all'ennesimo cliente. I Carabinieri hanno circondato l'abitazione ed hanno proceduto all'arresto in flagranza del pregiudicato ed al sequestro dell'eroina. Francesco Bianco è considerato uno dei massimi fornitori di droga nell'area matesina, il suo ultimo arresto risale all'estate del 2008, quando sempre i Carabinieri del Nucleo Operativo gli misero le manette ai polsi insieme ad altri sette spacciatori locali durante una vasta operazione antidroga che vide coinvolti anche quattro pregiudicati di origine ghanese che dall'estero importavano le sostanze stupefacenti e dalla zona di Castel Volturno rifornivano i "pusher" dell'Alto Casertano. Nei dieci anni precedenti, Francesco Bianco era comunque stato arrestato dai carabinieri di Piedimonte Matese per ben sedici volte sempre per reati connessi alla detenzione e allo spaccio di droga. E ancora una volta per questo reato, ieri sera, dopo le formalità di rito, è stato trasferito dai Carabinieri nella Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento