menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vasta Operazione dei Carabinieri, 17 persone nei guai per vari reati

(Pideimonte Matese) Una serie di attività di indagine eseguite dai Carabinieri delle locali Stazioni, coordinate dalla Compagnia di Piedimonte Matese, hanno portato nelle ultime ore all'emissione di 17 denunce a piede libero nei confronti di...

(Pideimonte Matese) Una serie di attività di indagine eseguite dai Carabinieri delle locali Stazioni, coordinate dalla Compagnia di Piedimonte Matese, hanno portato nelle ultime ore all'emissione di 17 denunce a piede libero nei confronti di persone resesi responsabili, a vario titolo, di reati che vanno dal danneggiamento alla truffa, dalle lesioni personali alla minaccia aggravata e reati contro la famiglia, dalla immigrazione clandestina alla inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità Giudiziaria. La prima denuncia è scattata nei confronti di P.D.V, 55enne di Gioia Sannitica, resosi responsabile di danneggiamento aggravato e minaccia a mano armata nei confronti di un pensionato della zona. Per futili motivi, armato di una barra di ferro danneggiava l'autovettura Mercedes classe E e minacciava di morte la vittima. Una denuncia è scattata anche nei confronti di D.E., 40enne di Piedimonte Matese, per minaccia aggravata e tentativo di estorsione nei confronti del suo ex datore di lavoro. Ancora per minaccia aggravata, è finito nei guai B.T., 18enne di Piedimonte, che per futili motivi ha aggredito un 60enne della zona. Denuncia a piede libero anche nei confronti di A.V., 46enne, e C.N., 44enne, entrambi di Piedimonte, che a seguito di una lite hanno aggredito una pensionata 70enne, loro parente, causandogli contusioni varie guaribili con 10 giorni di prognosi. L'accusa nei loro confronti è per il reato di lesioni personali. Ancora per minacce di morte è finito nei guai S.G., 50enne di Gioia Sannitica, reato commesso nei confronti di una donna con cui è in fase di separazione. Per aver danneggiato piante ornamentali del valore di oltre 300,00 euro, a seguito di dissidi con un vicino di casa, e finito invece nei guai E.N., 60enne di Piedimonte. Una aggressione per futili motivi commessa ai danni di una commerciante ha invece messo nei guai M.L., 64enne di Piedimonte, nei cui confronti è scattata anche una denuncia per minaccia aggravata. Stessa sorte è toccata a F.E., 44enne di San Potito Sannitico, per una serie di minacce nei confronti di una pensionata del posto. Di truffa aggravata nei confronti del titolare di un agriturismo, dovrà invece rispondere S.L., 32enne di Piedimonte Matese. Sempre per truffa aggravata, questa volta commessa on-line, i Carabinieri hanno deferito D.G., 50enne, residente nella provincia di Sondrio, ma di origine calabrese. La truffa è avvenuta ai danni di una donna di Raviscanina, la quale aveva inviato al truffatore poi incastrato dalle indagini dell'Arma, oltre 500,00 euro per l'acquisto di alcuni elettrodomestici mai ricevuti. G.V., 33enne di Raviscanina, dovrà invece rispondere di inosservanza alle prescrizioni emesse nei suoi confronti dall'Autorità Giudiziaria per reati in materia di droga. Due persone di Piedimonte, entrambi 40enni, C.L. e V.C., sono stati denunciati per violazione degli obblighi di assistenza familiare, mentre tre extracomunitari K.S., 28enne, D.S., 23enne, ed R.S., 30enne, tutti di origine asiatica sono stati deferiti per il reato di clandestinità, i militari hanno scoperto che erano privi di regolare permesso di soggiorno sul territorio nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento