menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100212073330_DeLucaCorrado

20100212073330_DeLucaCorrado

Camorra, arrestato Corrado De Luca, braccio destro del boss latitante Antonio Iovine

San Cipriano d'Aversa - Arrestato dai Cc di Caserta Corrado De Luca, indicato come braccio destro del boss latitante del clan dei Casalesi Antonio Iovine.De Luca, latitante anch'egli da diversi anni, era stato condannato al processo Spartacus...

Arrestato dai Cc di Caserta Corrado De Luca, indicato come braccio destro del boss latitante del clan dei Casalesi Antonio Iovine.
De Luca, latitante anch'egli da diversi anni, era stato condannato al processo Spartacus. L'uomo, condannato per associazione camorristica nel processo Spartacus I, si era reso latitante dopo la lettura del dispositivo della sentenza di primo grado emessa dalla Corte di assise di Santa Maria Capua Vetere in cui era stato condannato per concorso nell'omicidio del boss Vincenzo De Falco e associazione camorristica. Era stato poi assolto dall'omicidio in appello, ma era stata confermata la condanna per associazione per delinquere di stampo camorristico con una pena di 8 anni divenuta definitiva il 15 gennaio di quest'anno.Il latitante e' stato catturato a San Cipriano d'Aversa, nell'ambito di una operazione coordinata dai pm della Dda di Napoli Antonello Ardituro e Alessandro Milita. De Luca gestisce le attivita' imprenditoriali del clan dei Casalesi gruppo Iovine, presenti nella Capitale: sembra che il super latitante fosse propietario di un ristorante di Roma, "Il Destriero". L'operazione è stata condotta dal capitano dei carabinieri Costantino Airoldi e la cattura di De Luca è stata effettuata dal maresciallo Giueppe Iatomasi. Era ricercato anche in base ad un'altra ordinanza di custodia cautelare per omicidio, associazione mafiosa ed estorsione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento