menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100127071620_Varricchione

20100127071620_Varricchione

Nascondeva dosi di 'hashish' e 'marijuana': arrestato 29enne

Piedimonte Matese - E' di due persone arrestate in flagranza di reato e di altre dieci persone colpite da vari provvedimenti il bilancio di una serie di operazioni messe a segno dai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese con l'obiettivo...

E' di due persone arrestate in flagranza di reato e di altre dieci persone colpite da vari provvedimenti il bilancio di una serie di operazioni messe a segno dai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese con l'obiettivo di contrastare il fenomeno dell'uso e dello spaccio di droga, furti e immigrazione clandestina. Ad agire i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile e quelli delle Stazioni dislocate sul territorio matesino. Il primo arresto è stato quello di Maurizio Varricchione, 29enne di Piedimonte Matese, i militari lo hanno sorpreso in via Aldo Moro a bordo della sua auto, nascondeva dosi di "hashish" e "marijuana". Uno degli involucri è stato rinvenuto dai militari sotto al sedile del lato guida, mentre le altre dosi erano state occultate all'interno dello sportellino dove è ubicato il tappo del serbatoio carburante. In tutto sono finiti sotto sequestro oltre una decina di grammi di stupefacente. Il Varricchione è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio ed è stato trasferito presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Sempre a Piedimonte Matese, nei pressi della stazione ferroviaria è stato arrestato Salah Binsouda, 28enne, di origine tunisina, da oltre due mesi risultava pendere sul suo conto un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale e sospettato di essere coinvolto in alcuni furti commessi nel territorio casertano, anche per lui si sono aperte le porte del carcere dove ora si trova a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Per il reato di ingresso e soggiorno illegale sul territorio nazionale, sono scattate denunce nei confronti di A.M., 27enne, K.K., 23enne, M.T., 28enne e M.A., 26enne, tutti di origine nordafricana, in quanto risultavano privi di regolare permesso di soggiorno e con precedenti penali a loro carico. Per loro inoltre veniva avviata la procedura per il provvedimento di espulsione. A seguito di un'attività investigativa i militari della Stazione di Alife davano esecuzione ad un "avviso di garanzia" emesso dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di E.P., 39enne, residente nel campo nomadi del quartiere "Scampia" di Napoli. Secondo le indagini dei Carabinieri sarebbe responsabile di alcuni furti in abitazione commessi nel periodo estivo nei comuni dell'Alto Casertano. Sempre ad Alife, misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno per la durata di tre anni nei confronti di L.G., 40enne, della provincia di Avellino, con a carico precedenti per reati contro il patrimonio e la persona. Stesso provvedimento per altre due persone pregiudicate, G.G., 24enne, ed l.T., 40enne, provenienti dal napoletano, sorpresi nel territorio matesino senza giustificato motivo. Infine avviata la procedura per l'avviso orale di pubblica sicurezza nei confronti di N.C., 19enne di Alife e L.R., 24enne di Alvignano, in quanto il primo più volte denunciato per reati contro la persona e il patrimonio, il secondo per reati in materia di droga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento