menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20100119201107_gdf_117

20100119201107_gdf_117

Truffa ai danni dello Stato: finisce nei guai l'editore di 'Tv Luna' Pasquale Piccirillo

Caserta - Illecita percezione di contributi pubblici del Consorzio Tecno: è questa l'accusa da parte dell'autorità giudiziaria che stamane ha portato all'arresto di Pasquale Piccirillo, 45 anni, editore di "Buongiorno Caserta" e della rete...

Illecita percezione di contributi pubblici del Consorzio Tecno: è questa l'accusa da parte dell'autorità giudiziaria che stamane ha portato all'arresto di Pasquale Piccirillo, 45 anni, editore di "Buongiorno Caserta" e della rete televisiva Locale "Tv Luna". L'ordinanza di custodia cautelare ha riguardato Pasquale Piccirillo (a cui sono stati concessi gli arresti domiciliari), Presidente del suddetto Consorzio, Mauro Piccirillo (a cui sono stato interdetta la dimora a Caserta) commercialista, e Giosuè Grimaldi (dovrà presentarsi quotidianamente presso l'ufficio di polizia giudiziaria), vice presidente del consorzio Tecno Caserta.
Il consorzio che gestiva fondi del Ministero dello Sviluppo Economico, secondo le indagini condotte dalla Guardia di Finanza, emetteva fatture per operazioni inesistenti. Piccirillo, che secondo i magistrati della Procura di Santa Maria Capua Vetere sarebbe l'ideatore della truffa, avrebbe costretto il titolare di una società operante nel settore informatico (che versava in difficoltà finanziarie), ad emettere false fatture per un ammontare di oltre un milione di euro, allo scopo di ottenere un rimborso dal Ministero, che però è stato bloccato a seguito dell'indagine. Il provvedimento è stato firmato dal Procuratore Aggiunto della Repubblica Luigi Gay.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento