menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091030071648_droga_carabinieri

20091030071648_droga_carabinieri

Droga e clandestini, 8 persone denunciate e 3 arrestate

Piedimonte Matese - E' di otto persone denunciate all'Autorità Giudiziaria e tre arrestate in flagranza di reato il bilancio di una serie di operazioni messe a segno dai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, diretti dal Capitano...

E' di otto persone denunciate all'Autorità Giudiziaria e tre arrestate in flagranza di reato il bilancio di una serie di operazioni messe a segno dai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, diretti dal Capitano Vitiello, con il duplice obiettivo di contrastare il fenomeno dell'uso e dello spaccio di droga, nonché quello dei reati in materia di immigrazione clandestina. Ad agire i militari delle Stazioni di Piedimonte, Ailano, San Gregorio Matese, Prata Sannita e quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile, con i Marescialli Orsi, Salvatore, Ciardiello e Calabrese, e gli Appuntati Scelti Cambio, Vorzillo, Valente, Rubino e Milo, i quali hanno setacciato palmo a palmo i comuni del comprensorio matesino e dei territori limitrofi. I primi a cadere nella rete dell'Arma sono stati C.F., 30enne di Piedimonte Matese, trovato in possesso di alcuni involucri contenenti hashish e marijuana, mentre G.L., 28enne di Pratella, è stato beccato con alcune dosi di cocaina. Gli involucri di droga sono stati sottoposti a sequestro, mentre per i due è scattata una denuncia per detenzione illegale di stupefacenti. Ora le indagini dei Carabinieri sono tese ad accertare se la droga rinvenuta era per uso personale o se era destinata all'attività di spaccio nelle piazze locali. Per il reato di ingresso e soggiorno illegale sul territorio nazionale, a seguito delle recenti modifiche legislative, sono scattate denunce nei confronti di K.B., 36enne, S.B., 28enne, Y.Z., 38enne, K.G., 32enne, N.M., 31enne, e R.O., 27enne, i primi tre di origine tunisina e gli altri tre di origine marocchina, in quanto risultavano tutti privi di regolare permesso di soggiorno e con precedenti penali a loro carico. Tre invece gli arresti operati in flagranza di reato, si tratta di Ridha Dhamri, 27enne, Belgacem Hammami, 36enne, e Driss Jouilil, 26enne, i primi due di origine tunisina e il terzo di origine marocchina, sui quali pendevano provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale e sospettati di essere coinvolti in attività criminali nel territorio casertano. I tre sono stati trasferiti presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Infine nel corso di numerosi posti di blocco sono stati effettuati accertamenti su 165 veicoli e identificate 180 persone, delle quali oltre una decina sottoposte a perquisizione personale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Autostrada liberata dopo 10 ore di inferno. "Andiamo a Roma"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento