menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091209122108_lavoro_ispettorato

20091209122108_lavoro_ispettorato

Sicurezza sul lavoro: deferiti a piede libero 11 datori di lavoro

Santa Maria Capua Vetere - 11 datori di lavoro sono stati deferiti a piede libero alla Procura della Repubblica di S. Maria Capua Vetere dal Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro – lo Speciale Reparto dell'Arma in servizio Presso la Direzione...

11 datori di lavoro sono stati deferiti a piede libero alla Procura della Repubblica di S. Maria Capua Vetere dal Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro - lo Speciale Reparto dell'Arma in servizio Presso la Direzione Provinciale del Lavoro - nel corso di un'attività finalizzata al contrasto del lavoro irregolare e alla prevenzione degli infortuni sui luoghi di lavoro.
I controlli, disposti dal Comando Carabinieri Tutela del Lavoro di Roma (diretto dal Colonnello Luciano ANNICCHIARICO) ed effettuati con personale di rinforzo opportunamente inviato dalla Capitale, si sono svolti dal 02 al 05 dicembre e hanno abbracciato l'intero territorio provinciale, con l'ausilio di militari dell'Arma Territoriale.
Delle 13 ispezioni effettuate - che hanno riguardato i settori dell'edilizia, panifici, pubblici esercizi e del commercio all'ingrosso, in ben 11 i militari hanno evidenziato profili di irregolarità con l'adozione di ben 6 provvedimenti di sospensione dell'attività imprenditoriale - per lavoro nero - nei comuni di Caianello (3), Belllona, Mondragone e Castelvolturno.
Particolare attenzione i Carabinieri hanno posto - altresì - sull'adozione delle misure di sicurezza a tutela dei lavoratori per la prevenzione degli infortuni.
In 11 casi sono state riscontrate violazioni al Testo Unico sulla sicurezza sui luoghi di lavoro che hanno portato ad altrettanti deferimenti all'Autorità Giudiziaria.

Và precisato che i soggetti denunciati, qualora ottemperino - entro breve termine - alle prescrizioni impartite ripristinando le condizioni previste di sicurezza, hanno la possibilità di essere ammessi al pagamento di una sanzione amministrativa che di fatto estingue il reato.
Complessivamente sono stati identificati e controllati 58 lavoratori, di cui 10 "in nero" ed elevate sanzioni per un importo complessivo di ? 100.000,00 circa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento