menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091130195711_traverse1

20091130195711_traverse1

Sorpresi a rubare traverse di legno delle Fs: 4 arresti

Maddaloni - I Carabinieri della Stazione di Maddaloni hanno tratto in arresto Luigi Magri, cl. 1945, imprenditore di Caivano, Carlo Barna, cl. 1947, operaio di Giugliano in Campania, Pasquale Ratto, cl. 1941, e Vincenzo Angelino, cl. 1948...

I Carabinieri della Stazione di Maddaloni hanno tratto in arresto Luigi Magri, cl. 1945, imprenditore di Caivano, Carlo Barna, cl. 1947, operaio di Giugliano in Campania, Pasquale Ratto, cl. 1941, e Vincenzo Angelino, cl. 1948, entrambi operai di Caivano. Le accuse per tutti e quattro sono di furto aggravato in concorso ai danni delle Ferrovie dello Stato.
I militari della Stazione di Maddaloni stavano pattugliando l'area di via Ficucella, in prossimità dell'Interporto di Maddaloni-Marcianise, quando hanno notato una Fiat Punto che seguiva un autocarro Fiat Iveco carico di traverse in legno del tipo utilizzato per realizzare i sostegni su cui vengono posati i binari dei treni, ed hanno deciso di procedere al controllo del mezzo.I Carabinieri hanno bloccato sia l'autocarro che la Punto, per chiarire cosa stesse succedendo, ed hanno chiesto notizie in merito al carico trasportato. I quattro fermati non hanno saputo giustificare la provenienza del materiale trasportato finché, incalzati dai militari, hanno ammesso che quel materiale era stato preso da tutti e quattro senza autorizzazione. I Carabinieri con successivi accertamenti hanno verificato che 30 traverse in legno, del valore di circa 2000 euro, erano state asportate poco prima dall'interno dello scalo ferroviario dell'Interporto, in un'area di stoccaggio di proprietà della R.F.I. (Rete Ferroviaria Italiana) - Direzione Territoriale Produzione di Napoli. A quanto pare il Magri è titolare di una ditta che si occupa proprio dell'istallazione e manutenzione di binari, e con questo gesto si sarebbe assicurato della "materia prima a basso costo"? anche se alla fine gli è costata decisamente cara.Alla luce degli accertamenti svolti i 4 uomini, tutti incensurati, sono stati arrestati e tradotti presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere, in attesa del rito direttissimo, a disposizione dell'A.G.; mentre il camion e la Punto sono stati sequestrati e le traverse in legno sono state restituite all'ente proprietario. Nella tarda mattinata di lunedì 30 l'arresto è stato convalidato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento