menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091111070436_trio_oied

20091111070436_trio_oied

Operazione anticrimine Carabinieri: arresti, denunce e sequestri

Piedimonte Matese - Una vasta operazione anticrimine è stata portata a termine dai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, diretta dal Capitano Salvatore Vitiello, che hanno setacciato palmo a palmo i comuni del comprensorio matesino e...

Una vasta operazione anticrimine è stata portata a termine dai Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, diretta dal Capitano Salvatore Vitiello, che hanno setacciato palmo a palmo i comuni del comprensorio matesino e dei territori limitrofi. Il bilancio definitivo delle operazioni é stato di tre persone arrestate in flagranza di reato, quattro denunciate a piede libero e la contestuale esecuzione di perquisizioni e sequestri. Gli arrestati sono tre immigrati clandestini, Addai Seth, 27enne, di origine nordafricana, Harji Jinder, 47enne, e Ajaib Ageav, 42enne, entrambi di origine asiatica, sui quali i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, coordinati dal Maresciallo Giuseppe Calabrese, e quelli della Stazione di Alife, al comando dei Marescialli Giovanni Aceto e Andrea Porto, hanno scoperto che pendevano provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale ed inoltre risultavano a loro carico precedenti per vari reati, per questo sono anche sospettati di essere coinvolti in attività illegali, come reati contro il patrimonio e la persona, nonché reati di traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. I tre, si trovano ora rinchiusi presso le camere di sicurezza dell'Arma a disposizione della competente Autorità Giudiziaria. Altri tre extracomunitari, due di origine asiatica e un nordafricano, S.H., 39enne, S.A., 49enne, e A.R., 26enne, a seguito delle recenti modifiche legislative, sono stati invece denunciati poiché risultavano privi di regolare permesso di soggiorno, pertanto dovranno rispondere dei reati di ingresso e soggiorno illegale nel territorio nazionale. Su tutti gli immigrati clandestini arrestati e denunciati sono in corso ulteriori indagini. Infine a Gioia Sannitica è finito nei guai M.R., 34enne del posto, il quale per motivi ancora in corso di accertamento, si è armato di un'ascia e ha danneggiato il portone di ingresso di un'abitazione e alcune autovetture in sosta. L'uomo è stato successivamente rintracciato dai militari che hanno emesso nei suoi confronti una denuncia alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per i reati di danneggiamento aggravato e porto illegale di armi. L'ascia utilizzata come arma è finita sotto sequestro. Già nelle prossime ore l'Autorità Giudiziaria potrebbe emettere una misura cautelare nei confronti del 34enne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

social

Un grave lutto colpisce il pizzaiolo Francesco Martucci

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento