menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091023153209_VISCIONE

20091023153209_VISCIONE

Spacciatore in manette

Piedimonte Matese - Ennesima operazione antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese. Questa mattina alle prime luci dell'alba i militari della locale Stazione hanno proceduto all'arresto di un pregiudicato, Donato Viscione...

Ennesima operazione antidroga dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese. Questa mattina alle prime luci dell'alba i militari della locale Stazione hanno proceduto all'arresto di un pregiudicato, Donato Viscione, 34enne, sul quale la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha emesso un mandato di cattura per traffico e spaccio di sostanze stupefacenti. Lo spacciatore é stato sorpreso presso la propria abitazione ubicata nel pieno centro della cittadina pedemontana, dove i Carabinieri si sono presentati muniti dell'ordine di carcerazione. Viscione, manette ai polsi é stato trasferito presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere, poiché riconosciuto colpevole dei reati di traffico e spaccio di stupefacenti. Le indagini dei Carabinieri hanno accertato che per un lungo periodo Donato Viscione aveva fornito di droga, in particolare "cocaina" ed "eroina" decine di acquirenti dell'alto casertano. Da qui la decisione da parte della competente Autorità Giudiziaria di emettere l'ordine di arresto. Nell'estate dello scorso anno, Donato Viscione, finì in manette durante una vasta operazione antidroga dei Carabinieri di Piedimonte Matese, che portò all'arresto di altri sette spacciatori, Francesco Bianco, Bartolomeo Di Muccio, Luigi Iavarone, Luca Di Chello, Nicola Tedesco, Antonio De Caprio e Gianluigi Vitaletti, insieme ad altri nove indagati, tutti residenti nei comuni del comprensorio matesino, ai quali fu contestata l'associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti, che vide coinvolti anche quattro pregiudicati di origine nord-africana, protagonisti di traffico internazionale di droga che avveniva attraverso le rotte Ghana-Nigeria-Italia, Ghana-Spagna-Italia e Ghana-Olanda-Italia. Stupefacenti che finivano poi anche nelle piazze locali dello spaccio, in quella circostanza i casi di cessione di stupefacenti accertati dai militari matesini furono circa 800. Nelle ultime ore inoltre i Carabinieri hanno "visitato" altre abitazioni del centro pedemontano dove hanno notificato nei confronti di due giovani, poco più che 20enni, un avviso di garanzia emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere per l'ipotesi di reato di detenzione a spaccio di sostanze stupefacenti. Continua così senza sosta l'attività dei Carabinieri finalizzata a disarticolare in modo decisivo la rete di spacciatori locali e debellare il fenomeno della droga. Solo negli ultimi dieci giorni, infatti, sono già cinque i "pusher" finiti in manette tra Piedimonte Matese e dintorni, all'inizio della scorsa settimana l'arresto di Simone Pascale, 24enne, di Gioia Sannitica, sorpreso con sette involucri contenete "hashish" e "marijuana" nascosti negli slip, qualche giorno dopo l'arresto di due pregiudicati di origine tunisina trovati in possesso di 15 stecche di "hashish", la notte di domenica l'arresto di Cristiano Rapa e il sequestro di 12 stecche di "hashish", nelle ultime ore la cattura di Donato Viscione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento