menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20091014112138_Armi

20091014112138_Armi

Operazione dei Carabinieri, arresti, denunce e sequestri

Alvignano - A conclusione di una serie di operazioni dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, finalizzate a prevenire e reprimere reati di ogni genere, un pregiudicato è finito in manette, una persona è stata sottoposta a misure di...

A conclusione di una serie di operazioni dei Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese, finalizzate a prevenire e reprimere reati di ogni genere, un pregiudicato è finito in manette, una persona è stata sottoposta a misure di prevenzione, tre sono state denunciate all'Autorità Giudiziaria, sotto sequestro un fucile calibro 12 ed una pistola calibro 7,65, nonchè un manufatto abusivo realizzato in eternit, materiale ritenuto altamente cancerogeno. Veniamo al dettaglio delle operazioni, in Piedimonte Matese i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno tratto in arresto un pregiudicato di origine nordafricana, Heddine Sahled, 40enne, sul quale i Carabinieri hanno scoperto che da oltre un anno aveva un conto in sospeso con la giustizia italiana. Infatti risultava colpito da un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale ed inoltre è sospettato di essere coinvolto in episodi di microcriminalità nel territorio casertano. Per i suoi precedenti di reato che vanno dalla violenza privata alle minacce, dalle lesioni personali al danneggiamento, dai reati in materia di armi all'estorsione, è stato raggiunto dalla misura di prevenzione dell'Avviso Orale di Pubblica Sicurezza, M.N., 20enne di Alife, a cui i Carabinieri hanno provveduto a notificare il provvedimento che impone al giovane di cambiare la propria condotta pena l'aggravamento con la misura della Sorveglianza Speciale. A Prata Sannita i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato L.N., 80enne, del posto, in quanto per futili motivi aggrediva e minacciava di morte un vicino. Nei suoi confronti, per motivi precauzionali, i militari hanno proceduto al sequestro di un fucile calibro 12 con relative munizioni, che l'aggressore deteneva legalmente. Un'altra arma, un pistola calibro 7,65 con relative munizioni, è stata invece sottoposta a sequestro dai Carabinieri della Stazione di Alvignano, in quanto un pensionato del posto non risultava più avere i previsti requisiti per la regolare detenzione, anche nei suoi confronti è stata emessa una denuncia alle autorità competenti. Infine nella periferia del comune di Dragoni, i militari hanno proceduto al sequestro di un manufatto abusivo, realizzato anche con l'utilizzo di eternit, materiale ritenuto altamente cancerogeno e per il quale si è proceduto anche a far intervenire personale specializzato dell'A.S.L.. Nei confronti del proprietario, al momento non presente, è scattata anche in questo caso una denuncia alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Positivi a scuola, due plessi chiusi per la sanificazione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento