menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
20090907185209_fuoco_nube_nera_ecorec

20090907185209_fuoco_nube_nera_ecorec

Incendio deposito Ecorec, i vigili del fuoco riescono a domare il rogo

Marcianise - I vigili del fuoco hanno circoscritto e domato l'incendio che da ieri pomeriggio investiva un'area all'interno della zona interportuale di Marcianise di propietà della Ecorec. Gli investigatori sono sempre più convinti che il rogo sia...

I vigili del fuoco hanno circoscritto e domato l'incendio che da ieri pomeriggio investiva un'area all'interno della zona interportuale di Marcianise di propietà della Ecorec. Gli investigatori sono sempre più convinti che il rogo sia di natura dolosa, anche se all'inzio si era pensato ad un corto circuito causato da una cabina dell'Enel nei pressi di uno dei capannoni dell'ex Ecorec, azienda specializzata nel riciclaggio e nello smaltimento di materiale plastico, gommoso e di pneumatici. I pompieri continuano a presidiare l'area interessata dal rogo, dalla quale, però, non fuoriesce più il denso fumo che per ore si è alzato nella zona creando preoccupazione soprattutto nella vicina Marcianise. Restano piccoli fumaioli che i vigili non hanno ormai difficoltà a controllare. Un analogo incendio si era sviluppato il 12 maggio scorso nella stessa area, peraltro sottoposta a sequestro giudiziario e affidata per la vigilanza all'Interporto Sud Europa. Ma nel maggio scorso le fiamme interessarono centinaia di pneumatici ammassati a poca distanza dal capannone, e i vigili del fuoco impiegarono giorni per circoscrivere il rogo e mettere in sicurezza l'area. Le indagini per accertare le cause dell'incendio sono condotte dai carabinieri di Marcianise e del Nucleo investigativo del comando provinciale di Caserta.
Intanto stamane il presidente della Commissione Consiliare Ambiente del Comune di Marcianise Salzillo (Udc) ha convocato d'urgenza la piccola assise tematica per discutere proprio della questione Ecorec. Molto animato il dibattito dove l'opposizione costituita da Bucci (Pd), Paternuosto (Idv), Moretta (Ps) ha incalzato l'assessore al ramo Paride Amoroso e la maggioranza a sostenere le necessarie azioni per assicurare alla cittadinanza il diritto alla salute. Dal canto suo l'amministrazione ha assicurato alla minoranza di aver messo in piedi tutta una serie di inziative volte a salvaguardare la cittadinanza. In particolare è stato richiesto all'Arpac di determinare il livello di diossina sprigionato dall'incendio al fine di richiedere specifici interventi di bonifica ambientale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento