Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca Pastorano

Maresciallo Palladino non nuovo ad episodi eroici

Pastorano - Nella sua lunga esperienza di detective, il Maresciallo dei Carabinieri Nicola PALLADINO, che lunedì scorso aveva salvato la vita ad un trentottenne napoletano che aveva minacciato di lanciarsi da un'altezza di diciassette metri, ne ha...

Nella sua lunga esperienza di detective, il Maresciallo dei Carabinieri Nicola PALLADINO, che lunedì scorso aveva salvato la vita ad un trentottenne napoletano che aveva minacciato di lanciarsi da un'altezza di diciassette metri, ne ha viste di ogni colore. Ma le ha sempre affrontate a viso aperto, come è nel dna degli appartenenti all'Arma ed, in particolare, a chi come lui è stato per molti anni un Carabiniere paracadutista in forza presso il Reggimento d'elite "Tuscania", all'epoca inquadrato nella Brigata "Folgore". Lo stesso reggimento di cui è stato il comandante, il Colonnello Carmelo BURGIO, al vertice del Comando provinciale CC di Caserta. Insomma, uomini che affrontano le situazioni di petto senza pensare alle conseguenze, ma con l'unico scopo unicamente di far trionfare la "legge". Il Maresciallo Palladino, comandante da anni presso la Tenenza di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, è originario di Pastorano, più precisamente di Pantuliano (frazione di Pastorano), città che ha lasciato all'età di diciassette anni per correre ad arruolarsi nei Paracadutisti del Tuscania. ora, che di anni ne ha 54, è sempre in prima linea, esempio per i trenta Carabinieri della Tenenza che guardano a lui come i naviganti guardano il faro durante la notte. Nell'estate del 2004, ad esempio, per poter arrestare un uomo che aveva cosparso di gasolio l'abitazione, dove si trovavano anche la moglie e i due figlioletti, minacciando di appiccare le fiamme, dovette togliersi completamente la divisa per dimostrare di essere disarmato prima di entrare in casa. Grazie a questo stratagemma, il Maresciallo Palladino permise di evitare la tragedia in una borgata a Scandiano. L'autore del gesto, un autista 43enne di origine campana, è stato poi bloccato dal sottufficiale e da altri carabinieri. Dopo circa tre quarti d'ora di trattative l'uomo si è mostrato disponibile ad aprire la porta e il comandante della Tenenza, il Maresciallo Nicola Palladino, si è spogliato per far capire che era disarmato. Quando il 43enne ha aperto la porta ha però cercato ugualmente di colpire il sottufficiale, lanciandogli contro un coltello, ma, l'uomo non sapeva con chi aveva a che fare ed il maresciallo riuscì a bloccare l'uomo e a portarlo in caserma. Ci auguriamo che il sindaco di Scandiano voglia riconoscere a questo uomo coraggioso la cittadinanza onoraria. Se lo merita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maresciallo Palladino non nuovo ad episodi eroici
CasertaNews è in caricamento