menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
carabinieri_auto_nuova_good_20080408125619

carabinieri_auto_nuova_good_20080408125619

Arrestato sorvegliato speciale Antonio Bifone, boss legato al clan dei Mazzacane

Macerata Campania - Rimesso in liberta' due mesi fa, e' tornato nuovamente in carcere per aver violato gli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale. Poco dopo le ore 11 di ieri a Macerata Campana, i carabinieri hanno arrestato Antonio Bifone...

Rimesso in liberta' due mesi fa, e' tornato nuovamente in carcere per aver violato gli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale. Poco dopo le ore 11 di ieri a Macerata Campana, i carabinieri hanno arrestato Antonio Bifone, 54 anni, residente a Portico di Caserta, dove aveva anche l'obbligo di residenza. Bifone è ritenuto il capo dell'omonimo clan attivo a Portico e legato al clan Belforte di Marcianise.
Il sorvegliato e' stato trovato a bordo di un'auto con i suoi famigliari. Alla guida di vettura si trovava la moglie di Bifone la quale quando si e' accorta di essere seguita dai carabinieri ha cercato di sfuggire al controllo ma senza riuscirvi. L'uomo era stato scarcerato due settimane fa: adesso si trova in caserma ed e' in attesa di essere trasferito al carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento