rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Tensioni a 'Lo Uttaro': manifestanti spostati di peso dalle forze dell'ordine

Caserta - Un centinaio di persone ha presidiato all'alba la discarica 'Lo Uttaro', nel Casertano, cercando di impedire lo sversamento dei rifiuti: l'area e' stata pero' sgomberata dalle forze dell'ordine che per consentire le manovre stabilite con...

Un centinaio di persone ha presidiato all'alba la discarica 'Lo Uttaro', nel Casertano, cercando di impedire lo sversamento dei rifiuti: l'area e' stata pero' sgomberata dalle forze dell'ordine che per consentire le manovre stabilite con un protocollo di intesa firmato nel novembre scorso, hanno spostato le persone prendendole di peso. Sul posto ci sono tuttora polizia, carabinieri e Guardia di Finanza che, a partire dalle cinque di stamattina, hanno piantonato le due strade d'accesso alla discarica 'Lo Uttaro' di Caserta, per consentire ai camion di sversare i rifiuti provenienti dal Cdr di Santa Maria Capua Vetere, cosi' come stabilito dal protocollo d'intesa, siglato dal Commissario straordinario per l'emergenza rifiuti, Guido Bertolaso, il presidente della Provincia, Sandro De Franciscis ed il sindaco Nicodemo Petteruti. Fra i manifestanti che hanno tentato di opporsi, i comitati contro la discarica, costituiti nei quattro comuni che confinano con la discarica, Caserta, Maddaloni, S.Marco Evangelista e S.Nicola la Strada, esponenti di associazioni ambientaliste, ed esponenti politici di centrodestra e centrosinistra, hanno manifestato contro l'entrata in funzione dell'impianto, impedendo, con una catena umana davanti al cancello, l'accesso ai camion. 'Abbiamo tentato di convincere i manifestanti a lasciar libero il cancello d'ingresso, ma visto vano ogni tentativo - ha spiegato il vice questore, Gigi Botte - siamo stati costretti a spostare di peso numerose persone e a sgomberare il presidio'. In una nota firmata 'No global', si denuncia 'l'ennesimo sopruso ai danni delle comunita' locali che stanno tentando disperatamente di resistere allo scempio'. Contro l'apertura della discarica 'Lo Uttaro' si sono espressi anche i vescovi di Caserta, monsignor Raffaele Nogaro, e di Capua, monsignor Bruno Schettino. In una lettera agli amministratori dei Comuni interessati e della Provincia, Nogaro aveva chiesto 'opposizione fino all'autosospensione dagli enti di rappresentanza locale, se la salute dei cittadini e la legalita' democratica vengono sacrificate sull'altare degli interessi di bottega e di partito'.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensioni a 'Lo Uttaro': manifestanti spostati di peso dalle forze dell'ordine

CasertaNews è in caricamento