rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Rissa della Vigilia, 19enne torna in carcere dopo la denuncia dei familiari

Si aggrava la misura per Antonio Pio Salemme agli arresti domiciliari per i maltrattamenti in famiglia

Maltratta la madre e le sorelle durante la detenzione domiciliare e finisce in carcere. Si tratta di Antonio Pio Salemme, 19 enne di Santa Maria Capua Vetere, uno dei responsabili della rissa avvenuta il 24 dicembre 2023 in piazza Adriano, davanti all’Anfiteatro Romano a Santa Maria Capua Vetere, accusato di tentato omicidio e lesioni gravissime. Per tale vicenda è finito ai domiciliari in attesa di comparire dinanzi alla seconda sezione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere presieduta dal giudice Antonio Riccio, con a latere Alessandra Cesare e Francesca Auriemma.

Durante la detenzione domestica, secondo quanto ricostruito dagli agenti del commissariato sammaritano, sarebbero emerse le condotte violente del 19enne sfociate nelle lesioni ai danni dei familiari. E’ stata proprio la madre di Salemme che esasperata si è recata nel locale commissariato e ha denunciato il figlio. Il sostituto procuratore Armando Bosso già titolare delle indagini per la rissa e il tentato omicidio della vigilia di Natale, ha disposto l’aggravamento della misura cautelare. Per Antonio Pio, assistito dall’avvocato Sergio Di Lauro, si sono quindi aperte le porte del carcere sammaritano.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa della Vigilia, 19enne torna in carcere dopo la denuncia dei familiari

CasertaNews è in caricamento