rotate-mobile
Cronaca San Felice a Cancello

Stanato il boss latitante Raffaele Piscitelli

Gli agenti della squadra mobile lo hanno rintracciato in un casolare

La Polizia di Stato di Caserta ha catturato il latitante Raffaele Piscitelli, 55 anni, detto "o' cervinar", ricercato da poco meno di un anno, da quando fece perdere le sue tracce a seguito della condanna definitiva a 12 anni e 7 mesi di reclusione emessa dalla Corte di Cassazione.

Piscitelli è ritenuto l'attuale reggente del clan camorristico Massaro, attivo nell'area della Valle di Suessola, a confine tra le province di Caserta e Benevento. Il ras è stato scovato in un casolare abbandonato in località Casanova sulla montagna di Durazzano, nel beneventano. L'organizzazione malavitosa è ritenuta dalla Dda di Napoli una costola del clan Belforte di Marcianise.

Soddisfazione è stata espressa al prefetto di Caserta, Giuseppe Castaldo, che ha espresso il proprio apprezzamento al questore Andrea Grassi e agli uomini e alle donne coinvolti nell'operazione per l'eccellente attività svolta, frutto delle capacità operative e della professionalità della Polizia di Stato: "Ancora una volta, grazie ad una complessa attività investigativa e al capillare controllo del territorio, è stato raggiunto uno straordinario risultato per la sicurezza dei cittadini ed il contrasto alla criminalità organizzata in provincia di Caserta".

“Un ringraziamento alle donne e agli uomini della questura di Caserta guidati dal questore Andrea Grassi che hanno localizzato e arrestato il super latitante Raffaele Piscitelli, ricercato per una condanna a 17 anni da scontare per narcotraffico. Questa operazione delle nostre Forze dell’Ordine fa bene alla Campania e alla provincia di Caserta. Un segnale importante per ribadire che lo Stato c’è". Lo dichiara il deputato campano della Lega e componente della commissione Antimafia Gianpiero Zinzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stanato il boss latitante Raffaele Piscitelli

CasertaNews è in caricamento