rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Sessa Aurunca

Ordine d'arresto per il boss: è accusato di omicidio

Le indagini hanno permesso di far luce su un delitto di 26 anni fa

Nuovi risvolti per l'omicidio di Ferdinando Brodella, il luogotenente del clan La Torre ucciso a 33 anni nel 1993 nella Masseria di Salvatore Verolla, conosciuti come 'Totore a' Ruspa', consideato dagli inquirenti un affiliato al clan dei Muzzoni a Sessa Aurunca. 

Esecutore materiale dell'omicidio di Brodella, secondo la ricostruzione degli inquirenti sarebbe stato il boss del clan dei Muzzoni Mario Esposito. Stamane è stata notificata dai carabinieri della compagnia di Sessa Aurunca guidata dal maggiore Giuseppe Fedele una ordinanza di custodia cautelare al boss del litorale domizio, già detenuto presso la casa circondariale di Opera (Milano) per omicidi ed estersioni perpetrati in tutto il territorio aurunco. 

L'omicidio di Brodella, secondo la ricostruzione operata dagli investigatori, venne commissionato al capoclan sessano da un altro capoclan, Augusto La Torre, detenuto all'epoca dei fatti in regime di carcere duro. Il boss mondragonese chiese ad Esposito di uccidere Brodella ritenuto inaffidabile e pericoloso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ordine d'arresto per il boss: è accusato di omicidio

CasertaNews è in caricamento