Truffa sull’accoglienza dei migranti, 25 indagati. Coinvolti sindaci e imprenditori

Finanza e Questura hanno eseguito 18 misure cautelari, sequestrati beni per 3 milioni di euro

Sono state eseguite anche in provincia di Caserta le 18 misure cautelari nell’ambito della maxi operazione che dalle prime luci dell'alba di questa mattina stanno portando avanti gli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e della Questura di Frosinone, su disposizione del Gip presso il Tribunale di Cassino, nei confronti di appartenenti a due sodalizi criminali attivi nel settore dell’accoglienza ai migranti.

Nell’inchiesta vi sono 25 indagati, oltre 3 milioni di euro invece il valore dei beni patrimoniali posti sotto sequestro.

Come riporta FrosinoneToday le indagini coordinata dal Procuratore Capo di Cassino Luciano d’Emmanuele e dal Sostituto Procuratore Alfredo Mattei hanno acceso i riflettori su un articolato sistema di frode che, anche grazie alla corruzione di pubblici ufficiali preposti ai controlli e sindaci, ha consentito ai sodali di appropriarsi indebitamente di ingenti somme di denaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ufficiale: Campania in zona gialla. Confermate le restrizioni per il week-end

  • Giovanni a 6 anni debutta su Rai 1 nella fiction ‘Mina Settembre’

  • L'abbandono, poi le lacrime e l'abbraccio: 'C'è Posta per Te' riunisce padre e figlio del casertano

  • Blitz di Luca Abete, scoperta scuola che offre punteggio ai prof in cambio di soldi I VIDEO

  • Muore improvvisamente ed i carabinieri scoprono la casa a luci rosse

  • Un boato in pieno coprifuoco: bomba esplode davanti a tabacchi

Torna su
CasertaNews è in caricamento