Spacciatori arrestati, incastrati dal ‘patto di mutuo soccorso’

I retroscena dell’arresto dei due pusher: i loro clienti erano giovani tra i 20 e i 30 anni

Operavano in maniera distinta, ma avevano stretto un “patto di mutuo soccorso” che ha finito per incastrarli. È il profilo dei due spacciatori, un 43enne di Aversa e un 60 nigeriano, arrestati dai carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Aversa all’esito delle indagini coordinate dalla Procura di Napoli Nord.

I militari del Gruppo di Aversa, guidati dal Tenente Colonnello Donato D’Amato, hanno infatti ricostruito il modus operandi dei due pusher: con una precisa agenda telefonica sugli smartphone i due prendevano appuntamenti e vendevano le dosi recandosi nei vari punti caldi in auto. 

I clienti erano in particolare giovani nella fascia di età dei 20-30 anni, interessati in particolare ad eroina e metadone. La vendita, 70 gli episodi di spaccio accertati dai carabinieri, avveniva poi nei quartieri popolari di Aversa, Lusciano, Sant’Antimo, Villaricca e Giugliano. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pur operando in maniera distinta, i due spacciatori erano ‘uniti’ da uno strano patto, nato a seguito di una difficoltà del 43enne aversano: questo infatti si era ritrovato a corto di droga, ricevendo dal ‘collega’ nigeriano un anticipo delle dosi per i propri clienti. Così le indagini hanno collegato i due pusher, finiti entrambi in manette.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore il medico Daniele Ferrucci

  • Picchia il vicino due volte in mezza giornata: arrestato 45enne

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • L'ombra dei servizi segreti all'incontro tra Zagaria e l'ex capo del Dap

  • Camorra a Caserta, la moglie del boss comanda durante la detenzione: 7 arresti

  • Camorra a Caserta, accuse via social per prendere il potere: "Infame, te la fai con le guardie"

Torna su
CasertaNews è in caricamento