Rapinatore ucciso, due complici arrestati nel casertano | VIDEO

I carabinieri hanno preso due elementi della banda ad Orta di Atella. Un terzo bandito acciuffato a Caivano

La rapina nella gioielleria di corso Durante a Frattamaggiore

Svolta nelle indagini sulla rapina nella gioielleria di cosro Durante a Frattamaggiore, avvenuta sabato sera, che si è conclusa con la morte di uno dei banditi sparato dal titolare del negozio.

Nella giornata di oggi sono stati arrestati gli altri tre componenti della banda. Due, uno dei quali è rimasto ferito ad un braccio, sono stati acciuffati in un appartamento di Orta di Atella, mentre un altro elemento è stato rintracciato nella sua abitazione di Caivano. Si tratta di Carmine Pagnano, 30 anni, Antonio Topa, 27 anni, e Pietro D'Angelo, 41 anni.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Nell'immediatezza dei fatti un quarto componente, Luigi Lauro, 28enne nativo di Caserta ma residente a Crispano, era stato fermato da un poliziotto libero dal servizio mentre il quinto bandito era Raffaele Ottaiano, di Caivano, ferito mortalmente da un colpo di pistola esploso dal gioielliere, Luigi Corcione.

L'esercente adesso è indagato per omicidio colposo caratterizzato dall'eccesso di legittima difesa. Il ferimento di un altro rapinatore potrebbe vedere l'aggiunta delle lesioni nell'accusa che la Procura di Napoli Nord dovrebbe muovere nei confronti del negoziante.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

Torna su
CasertaNews è in caricamento