rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca San Cipriano d'Aversa

Il braccio destro del boss Iovine esce dal carcere

Ernesto Caterino torna a casa per gravi motivi di salute

Detenzione domiciliare per gravi motivi di salute. È stata questa la decisione del Magistrato di Sorveglianza Maria Bottoni del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di Ernesto Caterino, 61enne di San Cipriano d'Aversa fedelissimo del boss Antonio Iovine alias 'o ninn', dopo aver accolto l'istanza del difensore, l'avvocato Ferdinando Letizia.

Caterino era ristretto presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere in espiazione di un provvedimento di cumulo di pene disposto dalla Corte di Appello di Napoli nel luglio 2017 che determinava la pena complessiva in 5 anni e 2 mesi di reclusione per i reati di furto aggravato commesso nel 2004 e favoreggiamento aggravato dalla metodologia mafiosa avendo favorito nell'anno 2008 la latitanza del boss dei Casalesi Antonio Iovine. Evidenziato il particolare quadro sanitario e la decadenza dei legami con la compagine criminale e l'assenza del pericolo di fuga dalla difesa, il magistrato di sorveglianza sammaritano ha disposto l'applicazione della detenzione domiciliare per Ernesto Caterino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il braccio destro del boss Iovine esce dal carcere

CasertaNews è in caricamento