rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Cronaca Santa Maria a Vico

Mercato nero dei loculi: soldi a Crisci per le assegnazioni. Coinvolto un altro politico

La compravendita illecita con la mediazione della camorra. Indagato anche consigliere comunale di Reggio Emilia

Compravendita dei loculi con l'intermediazione di elementi del clan Massaro. Era questo, in sintesi, quello che accadeva a Santa Maria a Vico dove la guardia di finanza di Marcianise ha dato esecuzione a 6 ordinanze di custodia cautelare in carcere in seguito ad un'indagine coordinata dalla Dda di Napoli.

La cappella gentilizia estorta

Da un lato c'era la cappella gentilizia del valore di 44mila euro che sarebbe stata oggetto di estorsione. Da quanto accertato dalle fiamme gialle della compagnia di Marcianise, Domenico Nuzzo, alias Mimmariello, e Carmine Liparulo, detto Schiattubello, entrambi elementi del clan Massaro, avrebbero esercitato pressioni al titolare della società aggiudicataria dei lavori di ampliamento del cimitero per farsi consegnare la cappella che sarebbe stata successivamente assegnata ad un altro soggetto, non attinto da misura cautelare, in cambio di un corrispettivo in denaro. 

Il coinvolgimento di Crisci

Trattandosi di cappelle cimiteriali - e dunque oggetto di concessione ma di fatto di proprietà comunale - per rendere possibile l'illecita assegnazione Liparulo e Nuzzo potevano contare sull'appoggio di Pasquale Crisci, attuale vicepresidente della Provincia di Caserta e consigliere d'opposizione che all'epoca era consigliere in maggioranza e vicesindaco di Santa Maria a Vico, e di Giovanni Papa, dipendente comunale a Santa Maria a Vico, che avrebbero fornito informazioni sulle concessioni. Tutto questo in cambio di denaro. I finanzieri stimano la tangente nel 10% del valore della cappella, circa 4mila euro. 

Un altro politico coinvolto

Nell'ambito della stessa indagine, i militari della guardia di finanza hanno accertato condotte riguardanti l'illecita compravendita di cappelle e loculi nel cimitero di Santa Maria a Vico per cui sono coinvolti Giuseppe Pascarella, imprenditore e allora concessionario del cimitero, e Carmine De Lucia, originario di Santa Maria a Vico ed ex consigliere comunale a Reggio Emilia, quest'ultimo risultato intestatario di ben 16 loculi. Il sistema era in qualche modo sulla falsa riga della cappella con Nuzzo e Liparulo a fare da intermediari. I loculi sarebbero stati successivamente rivenduti con un rincaro del 25-30%, che sarebbero stati di guadagno per gli indagati. 

Le reazioni

Sul terremoto che ha scosso Santa Maria a Vico è intervenuto anche il sindaco Andrea Pirozzi che ha ribadito: "In attesa di conoscere gli atti, confidiamo nel lavoro della magistratura con l’auspicio della piena estraneità di coloro che sono legati all’Ente. Provvederemo, appena avremo contezza e certezza dei fatti ad aggiornare i cittadini", si legge in una nota del sindaco.

Anche il consigliere comunale di Fratelli d'Italia Igino Nuzzo è intervenuto sull'inchiesta. "Rimane il mio dispiacere umano da coetaneo ed amico del consigliere Crisci ma come unica forza di centrodestra presente in consiglio comunale ho piena fiducia nell’operato della magistratura , nel segno del garantismo che è stato il filo conduttore della mia vita - spiega - Certo che la magistratura farà luce sui fatti avvenuti in questo comune negli ultimi anni come fratelli d’Italia siamo sempre vigili sull’operato amministrativo . Stasera alla riunione dei capigruppo chiederò di convocare un consiglio comunale ad horas per chiarire le posizioni oggetto dell’ordinanza"

"Il territorio della provincia di Caserta ha bisogno di una classe dirigente che operi nell'assoluta legalità e trasparenza, su questo da sempre si batte il Movimento 5 Stelle. Sull'arresto del Vicepresidente della Provincia non possiamo che confidare nel lavoro delle forze dell'ordine e della magistratura, che ancora una volta dimostrano l'alto livello di attenzione dello Stato sul nostro territorio." Lo ha dichiarato il vicepresidente del Movimento 5 Stelle alla Camera dei deputati Agostino Santillo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mercato nero dei loculi: soldi a Crisci per le assegnazioni. Coinvolto un altro politico

CasertaNews è in caricamento