Camorra, 4 arresti. Preso il cognato del rampollo del boss

L’inchiesta su estorsioni e intimidazioni a commercianti: sequestrate 3 società di vigilanza privata

Il pentito Raffaele Bidognetti, cognato di Enrico Verso

A conclusione di un’indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, i carabinieri del Nucleo Investigativo del Gruppo di Aversa tra Roma,Villaricca, Sant’Antimo, Parete e San Marcellino hanno dato esecuzione a 6 ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del Tribunale di Napoli nei confronti di esponenti del clan dei Casalesi, fazione Schiavone e Bidognetti, ritenuti responsabili di estorsione aggravata dal metodo mafioso ed intestazione fittizia di beni al fine di eludere la normativa antiriciclaggio.

I provvedimenti restrittivi costituiscono il risultato di una prolungata attività investigativa che ha consentito di raccogliere un grave quadro indiziario nei confronti degli indagati ed ha permesso di accertare la consumazione di numerose estorsioni ed intimidazioni in danno di imprenditori e commercianti per il recupero di crediti e l’imposizione del servizio di vigilanza privata dei locali commerciali, attuate mediante la forza intimidatrice derivante dall’appartenenza al clan dei Casalesi. 

Nel corso dell’operazione si è proceduto a dare esecuzione al decreto di sequestro preventivo sia della quota del capitale sociale che del complesso aziendale nei confronti delle società “Roma Security srl”; “N.S.P. Security sas” e “Services & Security Srl” che le indagini hanno acclarato essere tutte attività di vigilanza privata nella piena disponibilità di Enrico Verso, cognato del collaboratore di giustizia Raffaele Bidognetti, figlio a sua volta del capo indiscusso del clan dei casalesi Francesco Bidognetti, alias “Cicciotto e Mezzanott”, attualmente sottoposto al regime carcerario del 41 bis.

ORDINANZE DI CUSTODIA IN CARCERE 

Enrico Verso, detto o’ mannes, nato a Villaricca (NA) il 19/05/1963, residente a Parete;
Salvatore Fioravante, detto porcellino, nato a Trentola-Ducenta (CE) il 01/08/1973, residente a San Marcellino (in atto detenuto presso la casa circondariale di Terni).

ORDINANZE DI ARRESTI DOMICILIARI 

Antonio D’Abbronzo,, nato a Mugnano di Napoli (NA) il 20/05/1972, residente a Villaricca;
Eugenio Di Laura, nato a Gricignano d’Aversa (CE) il 08/01/1968, residente a Sant’Antimo (NA). 

ORDINANZE DI DIVIETO DI DIMORA IN CAMPANIA 

Vincenzo Siano, nato a Napoli il 16/05/1953, residente a Sant’Antimo (NA);

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Carlo Verdone, nato a Roma il 28/01/1960, residente a Roma.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Zona rossa a Mondragone, pediatri di famiglia preoccupati: "Scaricate l'app Immuni"

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

  • Droga venduta al bar sull'asse Caivano-Caserta, 11 indagati

Torna su
CasertaNews è in caricamento