menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

6 ARRESTI Il 'finto avvocato' bloccato con i soldi incassati dalla truffa

Il blitz dei carabinieri subito dopo il colpo ai danni di una anziana

Trovato con ‘le mani nel sacco’ dai carabinieri, ancora in possesso dei 3600 euro appena ottenuti con l’inganno dall’ennesima vittima delle truffe. Così è finito in manette Maurizio Bosti, il 48enne incaricato dalla “centrale” di ritirare i soldi dai truffati.

È quanto emerge dall’inchiesta della Procura di Santa Maria Capua Vetere che ha portato all’esecuzione martedì di 6 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 6 persone, accusate di aver formato un’associazione a delinquere finalizzata alla truffa, mettendo a segno ben 17 colpi tra le province di Caserta, Napoli, Salerno, Campobasso, Potenza e Isernia.

Il video delle intercettazioni

Bosti, secondo il gip, è la ‘mano’ dei due leader del gruppo, Marco Di Frenna e Giuseppe Romano, che dalla “centrale” lo utilizzano per acquisire i soldi ottenuti con l’inganno dagli anziani vittime di raggiri telefonici. Un sistema ben collaudato: dalla “centrale” ci si occupava di individuare le vittime e contattarle telefonicamente fingendosi solitamente il nipote, Bosti invece come esecutore materiale raggiungeva gli anziani e si faceva consegnare il denaro.

Per Bosti però la truffa ai danni di una anziana signora di Succivo, L.F.L., finisce con le manette. Il 46enne viene infatti fermato dai carabinieri, che stavano già intercettando il gruppo criminale, trovandolo in possesso del denaro appena consegnatogli dalla vittima.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento