menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rapina avvocatessa, a casa del 29enne trovata la pistola utilizzata per il colpo

Durante la perquisizione rinvenuta anche droga. Ha speronato l'auto della polizia prima di essere fermto

Quando li hanno intercettati nell’automobile che avevano utilizzati per compiere la rapina davanti al tribunale di Napoli Nord, hanno pensato bene di tentare fuga, speronando la volante della polizia, ma purtroppo il loro tentativo è stato vano. Così è finito in manette Paolo Tacinelli, 29 anni, accusato di aver minacciato con una pistola una avvocatessa martedì mattina in piazza Domenico Cirillo ad Aversa facendosi consegnare la somma di 50 euro. Nella sua abitazione, gli agenti hanno rinvenuto anche poco più di un grammo di marijuana e, ben occultata, la pistola utilizzata per commettere la rapina, poi risultata essere giocattolo ma priva del tappo rosso.

Un’indagine lampo quella degli agenti del commissariato diretti dal primo dirigente Vincenzo Gallozzi, avviata subito dopo aver avuto notizia della rapina avvenuta martedì mattina verso le 10,30 nei pressi del tribunale di Napoli Nord. Non appena giunta la segnalazione, i poliziotti delle Volanti si mettevano sulle tracce dei malviventi, acquisendo le immagini di video-sorveglianza e riuscendo in pochissimo tempo a identificare l’auto in uso ai malfattori. Gli agenti rintracciavano l’auto con a bordo due soggetti. Alla vista della Volante, i due ragazzi cercavano di scappare urtando anche l’auto della Polizia e una volta bloccato il conducente, identificato poi in Paolo Tacinelli, con calci e pugni cercava in tutti i modi di divincolarsi per guadagnare la fuga. Una volta bloccato e messo in sicurezza veniva eseguita una perquisizione personale che dava esito positivo in quanto nelle tasche veniva ritrovata sostanza stupefacente di tipo marijuana per un peso complessivo di 1,32 grammi e, ben occultata, la pistola utilizzata per commettere la rapina, poi risultata essere giocattolo ma priva del tappo rosso. 

Dalle immediate indagini esperite si risaliva agli altri due complici, entrambi rintracciati e denunciati a piede libero: Tacinelli, invece, tra l’altro autore materiale della rapina, una volta espletati gli atti di rito, veniva tratti in arrestato e associato al carcere di Santa Maria Capua Vetere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Attrice casertana sbarca in Rai col 'Commissario Ricciardi' | FOTO

Attualità

Incubo ‘zona rossa’ per una trentina di comuni casertani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento