I carabinieri tornano nel locale della rissa ed arrestano la nuova barista

I militari hanno scoperto che era ricercata per truffa. Le indagini non si fermano

I carabinieri sono tornati nel locale 'Gran Caffè Vesuvio' a San Cipriano d'Aversa, teatro di una rissa nei giorni scorsi che ha visto due gemelli aggredire una dipendente, ed hanno arrestato la nuova barista.

I militari guidati dal capitano Iannotti, infatti, hanno scoperto che la donna che era in prova al posto della collega rimasta ferita dopo l'aggressione dei giorni scorsi, era destinataria di un mandato di arresto europeo emesso dalla Corte d'Appello di Brasov in Romania per truffa.

Per questo motivo, la donna, G.A., 57 anni, è stata arrestata dai carabinieri e portata in carcere a Pozzuoli a disposizione dell'autorità giudiziaria. Ma le indagini non finiscono qui, visto che gli atti sono stati inviati all'Ispettorato del Lavoro per verificare la regolarità dell'assunzione della nuova barista nel locale di proprietà di un noto politico dell'agro aversano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto tra auto e camion sulla statale: ferita 27enne | FOTO

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Ragazza investita dal treno merci mentre è sui binari

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Terribile schianto sull'Appia, tir centra in pieno un'auto: corsa folle in ospedale

  • Camion non si 'accorge' del ponte di Ercole e paralizza il traffico | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento