Appalto fogne, il consigliere comunale ai giudici: "Anomalie nell'aggiudicazione dei lavori"

Dalla denuncia di Merola è partita l'indagine ed il processo. I carabinieri confermano: "Il Durc era falso"

Antonio Merola

Dalla denuncia del consigliere d'opposizione Antonio Merola era scattata l'indagine dei carabinieri ed il conseguente processo a carico di tre persone: l'imprenditrice Stefania Ranucci, della Diemme Costruzioni, e di due dirigenti comunali, Angelo Manica ed Antonio Cerullo, accusati a vario titolo di falso (l'imprenditrice) ed abuso d'ufficio (i dirigenti) per la vicenda della realizzazione del tratto del sistema fognario di via Capodimonte a Sparanise. 

Stamattina, dinanzi al collegio presieduto dal giudice Giovanni Caparco del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, si è aperto il dibattimento. Sul banco dei testimoni, così, si è presentato proprio Merola, costituitosi parte civile in surroga al Comune con l'avvocato Salvatore Piccolo. Merola ha raccontato di aver appreso dall'Albo pretorio dell'affidamento dei lavori alla Diemme. Un affidamento diretto essendo l'importo dei lavori sotto soglia. A quel punto Merola avrebbe chiesto gli atti, verificando alcune anomalie, tra cui il fatto che il Durc - di cui era stato certificato il possesso da parte della ditta - fosse arrivato in ritardo, circostanza che avrebbe costituito un motivo ostativo nell'affidamento. Di qui la denuncia ai carabinieri. 

Ed a raccontare la seconda parte della storia ai giudici è stato proprio il maresciallo dell'Arma che ha condotto le indagini. Da una verifica presso l'Inps, infatti, sarebbe emersa una situazione debitoria da parte dell'azienda relativa agli obblighi previdenziali e quindi il Durc, presentato in ritardo, sarebbe stato anche falso. Il processo riprenderà a metà gennaio. Nel collegio difensivo sono impegnati gli avvocati Claudio Romagnoli, Salvatore e Carlo Zannini e Vairo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 900 nuovi casi e 3 vittime del Covid. Aumenta percentuale positivi

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

Torna su
CasertaNews è in caricamento