rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca San Cipriano d'Aversa

Gara sbagliata, il Tar (ri)affida l’appalto per l’asilo nido in caserma

Il ricorso presentato da un raggruppamento di due ditte

Un appalto di circa 1,4 milioni di euro per la realizzazione di un asilo nido nella caserma dei carabinieri Caretto di Napoli riassegnato dopo il ricorso al Tar Campania alla GeMa Impianti di Napoli ed alla Fcs di San Cipriano d’Aversa. Queste ditte hanno presentato ricorso per il tramite dell’avvocato Mario Caliendo dopo l’assegnazione dell’appalto alla Costruzione Vitale e Tecnotetto srl che però era viziato da un errore nell’assegnazione dei punteggi del bando di gara.

Proprio su questo punto si è basato il ricorso presentato ai giudici napoletani che scrivono nella sentenza: “Risulta fondata la prima doglianza articolata con il ricorso per motivi aggiunti al principale, con la quale la ricorrente principale ha eccepito che, a seguito dell’esame della documentazione di gara ottenuta, a seguito di accesso, in data 2 gennaio 2018, si era avveduta dell’errore commesso dalla Commissione di gara nell’attribuzione del punteggio relativo agli infissi offerti quale conseguenza dell’erronea indicazione, ripetuta per ogni tipologia di infissi, da parte della controinteressata dei cd. valori di trasmittanza termica, necessariamente condizionati dalla presenza di un telaio fisso. Il rilievo, comprovato dalla ricorrente principale mediante la produzione sia di una relazione peritale di parte sia della documentazione tecnica del produttore non risulta specificamente contrastato, proprio sul piano tecnico-quantitativo, dalle difese della stazione appaltante e della controinteressata. In particolare, solo quest’ultima, con la memoria ha replicato alla censura, limitandosi però a richiamare l’esistenza in commercio di distanziatori con caratteristiche di trasmittanza migliorate rispetto ai valori tipologici espressi dalla normativa, senza però dedurne in concreto alcuna conseguenza circa la tipologia degli infissi offerti dalla controinteressata nella gara in contestazione e senza dimostrarne, quindi, la dedotta plausibilità tecnica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gara sbagliata, il Tar (ri)affida l’appalto per l’asilo nido in caserma

CasertaNews è in caricamento