rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Cronaca Succivo

Stop all'appalto per l'accoglienza ai rifugiati. "Presunte dichiarazioni false"

Il giudice sospende il provvedimento di stipula del contratto dopo il ricorso di una cooperativa

Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania ha emesso un’ordinanza di sospensione in merito al ricorso presentato da una società cooperativa nei confronti del Comune di Succivo e di un'altra azienda. La decisione, resa pubblica nei giorni scorsi, riguarda il procedimento di aggiudicazione dell’appalto relativo alla procedura avviata dal Comune succivese. 

La società cooperativa ha proposto ricorso contro il Comune di Succivo, contestando il provvedimento di aggiudicazione dell’appalto in favore di un'altra azienda per "presunte dichiarazioni false nell’offerta tecnica presentata riguardo alle risorse umane destinate al servizio di accoglienza e integrazione per rifugiati e richiedenti asilo".

La ricorrente ha presentato diverse censure nei confronti del Comune di Succivo e contesta il provvedimento di aggiudicazione, il verbale di gara, e altri atti presupposti. Il Tribunale ha accolto l’istanza di tutela cautelare avanzata dalla società cooperativa col giudice che ha rilevato che la ricorrente ha fornito elementi indiziari non adeguatamente contrastati, che mettono in dubbio la veridicità delle dichiarazioni contenute nell’offerta tecnica dell'azienda risultata essere vincitrice.

La sospensione dell’aggiudicazione implica la temporanea interruzione della procedura di stipula del contratto di appalto. Il Tribunale ha fissato l’udienza pubblica per il 7 marzo 2024, durante la quale verrà trattato il merito del ricorso. Nel frattempo, saranno eseguite ulteriori verifiche sulla veridicità delle informazioni fornite dall’aggiudicataria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stop all'appalto per l'accoglienza ai rifugiati. "Presunte dichiarazioni false"

CasertaNews è in caricamento