rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca Camigliano

Antenne abusive sul campanile del Santuario: il parroco vuole denunciare la ditta

Inoltrata la diffida per rimuovere le apparecchiature ma ci sarebbe anche un furto di energia elettrica

Antenne abusive per la connessione senza fili installate sul Santuario di Santa Maria ad Rotam di Leporano, frazione di Camigliano. E' quanto ha denunciato il parroco Franco Amico che ha diffidato la società di Maddaloni che ha posto in essere l'operazione.

Il sacerdote ha dato già incarico ai legali Raffaele e Gaetano Crisileo. "Abbiamo diffidato la ditta in questione - hanno dichiarato gli avvocati Crisileo - a togliere le apparecchiature di cui lamentiamo l’installazione abusiva sul campanile del Santuario entro 10 giorni. Nell’ interesse del nostro assistito se entro il 15 luglio non verranno tolte ad horas denunzieremo il caso alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per tutti i reati ravvisabili compreso l’indebito utilizzo della energia elettrica della Parrocchia della qual cosa il nostro assistito deve essere congruamente risarcito. E’ un’azione , la nostra, del Santuario contro la Ditta elettrotecnica maddalonese e nulla c’entra il Comune di Camigliano perché la Chiesa non rientra tra i beni di cui il Comune e il suo sindaco può disporre. Né Padre Franco Amico ha mai firmato alcun contratto con il Comune e/o la Ditta. In questa ottica tutta l’energia elettrica di cui ha usufruito di propria iniziativa la ditta di Maddaloni va subito risarcita. Nessuna riunione di sorta può essere fatta per lenire una grave ed inaccettabile situazione del genere e il Sindaco né quello precedente né quello attuale hanno competenza su questa questione perché parliamo di beni della Chiesa. E i beni della Chiesa sono beni della Chiesa. Punto”. 

Lapidarie le parole degli avvocati Crisileo che si preparano ad adire la magistratura penale con un’articolata e documentata denunzia penale. Il nucleo originario della Chiesa, nota nell’intera Campania, risale addirittura  all'anno mille ed era primordialmente formato da una piccola edicola, ma solo nel 1957 venne costruita la prima chiesa sul luogo dove si racconta sia apparsa la Madonna. Il santuario mariano di antichissime tradizioni risulta meta continua di pellegrini. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antenne abusive sul campanile del Santuario: il parroco vuole denunciare la ditta

CasertaNews è in caricamento