rotate-mobile
Cronaca Aversa

Ragazzini aggrediti in centro, madre si sfoga sui social e il sindaco replica: "Denunciateli"

Ancora una serata di violenza urbana ad Aversa. Golia: "Tutti dobbiamo fare la nostra parte per contrastare il fenomeno"

Ancora un aggressione ai danni di giovanissimi ad Aversa. E' accaduto nei pressi dell'ex Ginnasio, tra l'ultimo tratto di via Seggio e piazza Municipio. A finire nel mirino del branco un gruppetto di ragazzini che sarebbero stati aggrediti. 

Secondo quanto denunciato da una madre l'aggressione sarebbe avvenuta da parte di almeno 20 ragazzi. Un gruppo che "fa paura". La donna chiede interventi di chi di competenza: "Possiamo mai tenere i nostri figli chiusi in casa?". La segnalazione ha avviato un vero e proprio tam tam sui social con accuse al sindaco e all'amministrazione sulla scarsa sicurezza in città.

Accuse a cui il sindaco Alfonso Golia non si è sottratto. "Non serve a nulla a mio avviso, in modo del tutto maldestro, attribuire al comune la responsabilità di quanto denunciato da una mamma molto impaurita. Rischiamo di disorientare le famiglie, già provate e spaventate per quanto hanno vissuto. Finiamola di buttare la palla in tribuna e di cercare sempre la rissa politica - commenta Golia - Va invece spiegato chiaramente che questi fenomeni violenti non rientrano nelle dirette competenze nè del Sindaco nè della Giunta comunale nè del Consiglio Comunale. Evidentemente c’è chi ignora o è in malafede o come in questo caso entrambe. A voi mamme, a voi tutti ragazzi e ragazze voglio rassicurarvi, da canto mio continuerò sempre a fare, come ho sempre fatto, tutto ciò che è in mio potere per difendere la città che servo con immenso onore, la quale è la città in cui sono cresciuto e vivo e dove vivono e cresceranno i miei figli ed i miei affetti più cari. Dobbiamo diffondere il più possibile un messaggio chiaro: tutti siamo importanti e fondamentali per debellare questo fenomeno violento, non abbiate paura non siete soli: avvisate le forze dell’ordine, descriveteli, date informazioni utili ad individuarli, non basta un post su Facebook o un messaggio ad una conoscente, sono azioni che servono a poco o a nulla. Denunciateli. Fermiamoli insieme", conclude. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzini aggrediti in centro, madre si sfoga sui social e il sindaco replica: "Denunciateli"

CasertaNews è in caricamento