Terrore in carcere: finisce il colloquio con la moglie e pesta brutalmente un agente

La vittima è stata ricoverata in ospedale dopo l'aggressione

Un agente della polizia penitenziaria è stato aggredito da un detenuto per reati comuni nel carcere di Aversa. A darne notizia è, con una nota, Emilio Fattorello, segretario nazionale per la Campania del Sappe. "Un detenuto di origini casertane, con posizione giuridica di definitivo per reati comuni, al rientro dal colloquio con la moglie, ha aggredito con inaudita violenza e senza esclusione di colpi il collega in servizio nella sezione dello stesso".

Il poliziotto aggredito, aggiunge il sindacalista, "per la gravità delle lesioni subite a seguito della vile aggressione subìta, é stato condotto con urgenza all'ospedale Civile a mezzo 118, ove è tutt'ora ricoverato. Ha dovuto far ricorso alle cure dei sanitari del pronto soccorso anche altro collega che è intervenuto a sedare la colluttazione posta in essere dal ristretto".

"Occorre intervenire come già denunciato dal Sappe Campania con estremo rigore - si legge nella nota - e con allontanamento dei soggetti violenti, con assegnazioni fuori regione come la stessa Amministrazione aveva annunciato di fare. Donato Capece, segretario generale del SAPPE, esprime "solidarietà e vicinanza al Personale di Polizia Penitenziaria di Aversa, che ancora una volta ha risolto in maniera professionale ed impeccabile un grave evento critico"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

  • Lutto a scuola, muore professoressa di 56 anni

Torna su
CasertaNews è in caricamento