rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Cronaca Santa Maria Capua Vetere

Agenti sventano regolamento di conti in carcere e vengono picchiati

I poliziotti penitenziari aggrediti dai detenuti e costretti alle cure in ospedale

Due agenti sono stati aggrediti da alcuni detenuti all'interno del carcere di Santa Maria Capua Vetere. Lo denunciano, in una nota congiunta, i sindacati Sinappe, Uil Pp Pa, Uspp e Cisl Fns. 

L'episodio di violenza si sarebbe verificato lunedì pomeriggio nel reparto Danubio dove i due poliziotti penitenziari stavano prestando servizio. Secondo la versione dei sindacati, gli agenti sarebbero stati aggrediti dai reclusi per aver "impedito loro di portare a termine un tentativo di regolamento di conti interno", si legge nel comunicato. 

I sindacati esprimono la propria vicinanza e solidarietà "non solo agli agenti feriti ma a tutti coloro che oggi più che mai dimostrano senso delle istituzioni e abnegazione continuando a fare sicurezza laddove la sicurezza dovrebbe essere un diritto assoluto per chi opera nell'adempimento del proprio mandato istituzionale".

Per gli agenti, informa ancora la nota, si è reso necessario l'intervento dei sanitari per le cure del caso. "Stiamo assistendo a una carneficina, - concludono i sindacati - in un sistema penitenziario ormai al collasso assoluto, motivo per cui nei prossimi giorni i sindacati in modo congiunto protesteremo dinanzi alla sede del Provveditorato Regionale dell'Amministrazione Penitenziaria". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agenti sventano regolamento di conti in carcere e vengono picchiati

CasertaNews è in caricamento